Resoconto prima tappa ERC Polonia

Campionato Europeo Rally FIA 2021, Round 1 di 8

ORLEN 77° Rally di Polonia prima tappa report: 19 giugno 2021

Il campione ERC Alexey Lukyanuk guida l’ORLEN 77° Rally Polonia in seguito al ritiro di Nikolay Gryazin con una doppia foratura anteriore alla fine della penultima prova della prima tappa.

Gryazin era in testa con 40,5 secondi di vantaggio grazie a una performance dominante quando le sue speranze di una seconda vittoria nel round polacco del FIA European Rally Championship sono finite.

“Sembra che lo pneumatico sia stato distrutto”, ha detto Gryazin, che aveva registrato cinque tempi di tappa più veloci nella sua Volkswagen Polo GTI R5. “Pensavo di aver colpito qualcosa, ma pare che il problema sia stato il bullone della sospensione anteriore. Succede, a quanto pare. Abbiamo solo una ruota di scorta ed è vietato andare senza una ruota. Non c’è niente da fare. Ci stavo provando. Quando ho visto che la differenza era abbastanza grande nel primo passaggio ho cercato di aumentare il divario nel primo. In questa tappa abbiamo guidato nella polvere ed era impossibile vedere la strada, ma sono riuscito a finire, con due gomme forate”.

Lukyanuk (Saintéloc Junior Team) ha completato la SS7 con il miglior tempo nella sua Citroën C3 Rally2 per passare 10,6s davanti allo sfortunato Gryazin. Tuttavia, quel margine significava poco dal momento che Gryazin è stato costretto a ritirarsi, lasciando Lukyanuk 29,7s davanti ad Andreas Mikkelsen (Toksport WRT Škoda Fabia Rally2 Evo) al termine della tappa.

“È una bella sensazione, sono contento della strategia adottata nel pomeriggio, ringrazio tutti per la fantastica giornata, è bellissimo essere di nuovo sullo sterrato con una buona macchina un buon set-up”, ha detto Lukyanuk, che ha vinto il Rally di Polonia nel 2019 e sta guidando una Citroën sostitutiva dopo che la sua originale è stata danneggiata durante un incidente di prova martedì.

Miko Marczyk, uno dei sei piloti idonei agli incentivi ERC-MICHELIN Talent Factory, è terzo per ORLEN Team con il collega polacco Wojciech Chuchała in quarta posizione.

Nil Solans del Rallye Team Spain è quinto e il miglior debuttante del Rally Polonia.

Il pilota dello Škoda Rally Team Hungaria Norbert Herczig è sesto con Yoann Bonato della CHL Sport Auto settimo.

Efrén Llarena è ottavo per Rallye Team Spain, Erik Cais (Yacco ACCR Team) è nono con una Ford Fiesta Rally2, mentre l’ex campione nazionale Umberto Scandola completa la top 10 per Hyundai Rally Team Italia.

L’ex campione polacco Grzegorz Grzyb, alla sua prima partenza ERC dal 2018, si trova al P11 in seguito ad una foratura.

Adrian Chwietcuk, co-pilotato del tre volte campione ERC Jarek Baran, guida per Hołowczyz Racing, il team fondato da Krzysztof Hołowczyc, il campione europeo del 1997, e si trova in P12 alla sua prima partenza ERC.

Callum Devine ha lottato con problemi al cambio per tenere il P13 durante la notte per la Motorsport Ireland Rally Academy, mentre Roland Poom è P14 al suo debutto ERC con il cileno Emilio Fernández.

Tomasz Kasperczyk era ottavo quando è uscito di strada nella SS4.

Tuttavia, il pilota del Tiger Energy Drink Rally Team ha continuato, raggiungendo la posizione P19 durante la notte, un posto davanti al giovane italiano Alberto Battistoli.

Nel frattempo, i danni derivanti da una foratura posteriore destra hanno rovinato le speranze di Grégoire Munster di finire nella top 10.

Craig Breen era al quinto posto dopo sei tappe, ma ha ritirato la sua Hyundai i20 R5 del Team MRF Tyres ad un chilometro dal traguardo della SS7 con una sospensione rotta.

Il compagno di squadra Simone Campedelli ha ritirato la sua Volkswagen durante il mattino con un problema al servosterzo.

Un guasto al cambio ha messo fine alle possibilità di Simone Tempestini, cinque volte campione rumeno, di ottenere un buon risultato, mentre un problema elettrico ha causato l’uscita di Fabian Kreim dalla sesta posizione. Kacper Wróblewski è caduto sulla SS7, mentre Nabila Tejpar è uscita di strada ma spera di ripartire nella seconda tappa.

Il giovane spagnolo Javier Pardo è in vantaggio nell’ERC2 al suo debutto nella categoria e alla sua prima partenza in Polonia.

Alla guida di una Suzuki Swift R4lly S con specifiche Rally2 Kit per Suzuki Motor Ibérica, Pardo è passato in testa quando il campione in carica Tibor Érdi Jr si è ritirato sulla SS7.

L’ex campione francese Junior Victor Cartier, un altro debuttante ERC2, è secondo nella sua Toyota Yaris Rally2 Kit autocostruita con Dmitry Feofanov terzo su un’altra Suzuki.

Joan Vinyes, che ha ricevuto una penalità di un minuto per aver preso la strada sbagliata sulla SS1, si trova in quarta posizione dopo aver riportato un problema di servosterzo.

I piloti polacchi Dariusz Poloński (Abarth 124 rally) e Michał Pryczek (Subaru Impreza) completano la top six.

Jon Armstrong ha approfittato del ritardo iniziale di Ken Torn per condurre l’ERC Junior su una Ford Fiesta Rally3 di M-Sport Polonia con pneumatici Pirelli.

Si tratta del debutto internazionale dell’emozionante auto a quattro ruote motrici e il nordirlandese ha apprezzato l’opportunità di guidare l’auto in gara per la prima volta.

Anche se non è in lizza per la vittoria di classe, l’estone Torn ha stabilito una moltitudine di tempi di tappa più veloci.

Sami Pajari guida l’ERC3 Junior sulla sua Ford Fiesta Rally4 equipaggiata con Pirelli, seguito da Ola Jr Nore (Renault Clio Rally4) e Norbert Maior (Peugeot 208 Rally4).

Nick Loof è quarto con Martin László subito dietro in quinta posizione. Kasper Kasari è sesto, seguito dal compagno ERC3 Junior Daniel Polášek e Nikolai Landa.

Giovanni Benvenuto Baruffa si è ritirato, mentre un problema di pressione dell’olio ha portato all’uscita di Amaury Molle.

Alejandro Cachón si è schiantato con la sua Peugeot del Rallye Team Spain, ma fortunatamente è rimasto illeso.

Jean-Baptiste Franceschi ha subito una serie di ritardi durante il turno del mattino.

Nella classifica dell’ERC3, Pajari precede il pilota della Peugeot equipaggiata MICHELIN Mathieu Franceschi, seguito da Nore, Pep Bassas e Maior.

Ci sono 12 paesi rappresentati nell’ERC3 Junior, a sottolineare il fascino internazionale del campionato.

L’argentino Paulo Soria ha un buon vantaggio nel Clio Trophy by Toksport WRT, la nuova serie “arrive-and-drive” per la Clio Rally5 con pneumatici MICHELIN.

Ghjuvanni Rossi è secondo, seguito da Bastien Bergounhe.

Andrea Mabellini era secondo, ma è sceso al quarto posto a causa di un danno agli pneumatici.

Yigit Timur è quinto.

CLASSIFICA PROVVISORIA DELLE 15 POSIZIONI ERC (dopo 8 tappe, 113,12 chilometri)

1 Alexey Lukyanuk (RUS)/Alexey Arnautov (RUS) Citroën C3 Rally2 1h10m23.2s

2 Andreas Mikkelsen (NOR)/Ola Fløene (NOR) Škoda Fabia Rally2 Evo +29.7s

3 Miko Marczyk (POL)/Szymon Gospodarczyk (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo +1m15.6s

4 Wojciech Chuchała (POL)/Sebastian Rozwadowski (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo +1m46.4s

5 Nil Solans (ESP)/Marc Martí (ESP) Škoda Fabia Rally2 Evo +2m22.3s

6 Norbert Herczig (HUN)/Ramón Ferencz (HUN) Škoda Fabia Rally2 Evo +2m38.6s

7 Yoann Bonato (FRA)/Benjamin Boulloud (FRA) Citroën C3 Rally2 +2m41.9s

8 Efrén Llarena (ESP)/Sara Fernándes (ESP) Škoda Fabia Rally2 Evo +2m43.9s

9 Erik Cais (CZE)/Jindřiška Žáková (CZE) Ford Fiesta Rally2 +2m46.2s

10 Umberto Scandola (ITA)/Guido D’Amore (ITA) Hyundai i20 R5 +3m27.9s

11 Grzegorz Grzyb (POL)/Mihał Poradzisz (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo +3m39.4s

12 Adrian Chwietcuk (POL)/Jarek Baran (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo +3m54.4s

13 Callum Devine (IRL)/James Fulton (IRL) Ford Fiesta Rally2 +3m57.9s

14 Roland Poom/Darren Garrod (GBR) Citroën C3 Rally2 +4m03.6s

15 Emilio Fernàndez (CHL)/Rubén García (ARG) Škoda Fabia Rally2 Evo +4m11.1s

FIA ERC2: Javier Pardo (ESP)/Adrián Pérez (ESP) Suzuki Swift R4lly S Rally2 Kit

FIA ERC3: Sami Pajari (FIN)/Enni Mälkönen (FIN) Ford Fiesta Rally4

FIA ERC Junior: Jon Armstrong (GBR)/Phil Hall (GBR) Ford Fiesta Rally3

FIA ERC3 Junior: Sami Pajari (FIN)/Enni Mälkönen (FIN) Ford Fiesta Rally4

Abarth Rally Cup: Dariusz Poloński (POL)/Łukasz Sitek (POL) Abarth 124 rally

Clio Trophy by Toksport WRT: Paulo Soria (ARG)/Marcelo Der Ohannesian (ARG) Clio Rally5

ERC-MICHELIN Talent Factory (pacchetto di incentivi): Miko Marczyk (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo


GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI RALLYE DU CHABLAIS: Rallye du Chablais 2021 – TV Report 2

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *