RC Q&A: Maciej Woda, M-Sport Polonia

Il boss di M-Sport Polonia riflette sul debutto mondiale della Fiesta Rally3 e guarda avanti al 2021. 

Le auto Rally3 di nuova generazione saranno a disposizione dei piloti ERC Junior da questa stagione.

Woda: “L’auto è semplice, forte, facile da guidare e conveniente. Questi erano i nostri obiettivi”.

Dopo un impressionante debutto mondiale per la nuova vettura M-Sport Polonia, la Fiesta Rally3 in Finlandia, il membro del consiglio di amministrazione dell’azienda Maciej Woda riflette sulla performance del campione ERC3/ERC3 Junior Ken Torn e racconta cosa c’è in serbo per la nuova categoria FIA e per il campionato FIA ERC Junior supportato da Pirelli in cui gareggerà.

Ripensandoci, come valuta le prestazioni della Fiesta Rally3 al suo debutto mondiale?

“La performance è stata quella che ci aspettavamo. 

Ken parte sempre in modo prudente per poi aumentare la velocità. 

Se si guarda al risultato complessivo del rally e alle tappe del pomeriggio la prestazione è stata esattamente come doveva essere. 

Ken ha registrato tre tempi di tappa da top 10, finendo a solo 1,5s da essa. 

Sulla quarta prova, di 14,37 chilometri, era a soli 18 secondi dalla migliore vettura del Rally2″.

Quanto è stato facile mantenere la macchina, ci sono stati problemi?

“L’auto non ha avuto alcun problema. 

Le condizioni di un rally invernale non mettono assolutamente sotto pressione la vettura, abbiamo fatto molti test in Sardegna perché volevamo essere sicuri che la macchina fosse robusta. 

Naturalmente, più auto vengono prodotte, più rally vengono fatti, quindi prima o poi si troverà qualche problema ma, nel complesso, la macchina è molto affidabile”.

Cosa avete imparato dai test in Sardegna?

“Abbiamo fatto dei test con Matt Wilson dopo l’evento di ottobre del campionato. 

Ha fatto la perlustrazione del percorso di prova e quando è tornato mi ha chiesto: ‘Come vuoi che guidi questa macchina? Vuoi che eviti le grandi rocce e così via?’ 

Ho solo risposto: ‘No Matt, guidala come faresti in un rally.’ 

Ed è esattamente quello che ha fatto e per tutto il tempo l’auto è stata davvero forte”.

Dopo un inizio molto forte in Finlandia, qual è il prossimo programma di sviluppo della Fiesta Rally3?

“Vogliamo mostrare la vettura anche in un evento su asfalto. 

Conosciamo il potenziale dell’auto sullo sterrato perché è a trazione integrale, ma vogliamo mostrare le sue prestazioni sull’asfalto, considerando che sulla carta ha più o meno la stessa potenza di un’auto da Rally4 ma è più pesante.”

Secondo voi, qual è il potenziale di questa vettura?

“Rappresenta perfettamente ciò che volevamo, ovvero un’auto da utilizzare, non per competere con le auto Rally2, ma per essere un compromesso perfetto tra Rally4 e Rally2. Se guardiamo la differenza di prestazioni complessive tra Rally2 e Rally4 si parla di tre secondi e mezzo o quattro e mezzo per chilometro. 

Il nostro obiettivo per le auto Rally3 sarebbe circa un secondo e mezzo per chilometro più lento di un’auto Rally2. 

Penso, comunque, che un pilota molto bravo in un’auto Rally3 sia in grado di fare un buon tempo.

A mio parere l’auto può nascondere delle sorprese”.

Quando inizia la produzione?

“Abbiamo iniziato la produzione nell’ultimo trimestre del 2020 e stiamo già consegnando le auto ai clienti. 

Quando abbiamo partecipato al campionato ERC Junior, non potevamo immaginare che qualcuno venisse da noi nei giorni successivi dicendoci: ‘Voglio gareggiare nell’ERC Junior, posso comprare una macchina?’ e noi gli rispondessimo: ‘Nessun problema, ma a ottobre o novembre’. 

Siamo cercando di consegnare le auto il più in fretta possibile”.

Che livello di interesse state riscontrando nelle vendite di auto ERC Junior?

“C’è un grande interesse per le auto Rally3 e il legame che abbiamo creato con la FIA, Eurosport Events e Pirelli è una grande opportunità perché permette di vedere chiaramente il passaggio da ERC3 Junior a ERC Junior e poi al Campionato del Mondo Rally Junior. 

Vedo un gran numero di persone che si impegnano in questo senso”.

Quante auto saranno consegnate entro l’estate?

“Abbiamo già 21 scocche costruite, quindi avere 20 auto assemblate e pronte a partire per allora non dovrebbe essere assolutamente un problema. 

Poiché l’auto avrà l’omologazione FIA si può usare dove si vuole, davvero, questo è il bello di questa vettura”.

In generale, qual è stato il feedback dei piloti che hanno provato la Fiesta Rally3?

“Il feedback che abbiamo ricevuto dai diversi test driver e dai diversi clienti che hanno provato l’auto in Polonia e in Finlandia è stato che l’auto è molto, molto facile da guidare. Il che è estremamente importante, sia per i giovani piloti che passano dalle due ruote motrici alle quattro ruote motrici, ma anche per i signori piloti che vogliono avere questa macchina per divertirsi.

L’auto doveva essere semplice, forte, facile da guidare e conveniente. 

Questi erano i nostri obiettivi quando l’abbiamo costruita”.

Maciej Woda ha raggiunto Jérôme Roussel (FIA) e Terenzio Testoni (Pirelli) per uno speciale ERC Junior su ERC The Stage il 24 marzo.

Fonte: ERC Press Office

GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *