Partita la “campagna tricolore” di Movisport: al Ciocco arriva il successo tra le scuderie

Movisport aveva promesso un Campionato Italiano Rally da “grandi firme”, sperava in grandi soddisfazioni e la “prima” del Ciocco, provincia di Lucca, non ha certo disatteso le aspettative. 

Per la prima prova del CIR 2021, il 44° Rally del Ciocco e Valle del Serchio, la scuderia reggiana proponeva ben nove equipaggi, ma soprattutto è andata a schierare il top tra i driver, con il Campione in carica Andrea Crugnola ed il vice, Giandomenico Basso, per il quale è stato un gradito ritorno con i colori della Scuderia.

Loro, insieme a tutti gli altri al via, hanno consentito a Movisport di partire al meglio per l’avventura tricolore 2021 regalando il successo tra le scuderie, una corsa che si annuncia decisamente avvincente per il resto della stagione.

Obiettivi importanti, per tutti, al Ciocco, con punte anche di sfortuna, che comunque non hanno scalfito il valore delle prestazioni. Terzi assoluti, ma secondi ai punti tricolori per via della “trasparenza” del vincitore Neuville, Giandomenico Basso, assecondato dal fido Lorenzo Granai su una Skoda Fabia R5, ha tratto il meglio possibile da una gara avviata in salita, soprattutto per via di doversela “vestire”, avendo svolto soltanto un test nell’immediato pre-gara. Il trevigiano non si è abbattuto ed anzi ha saputo gestire una situazione assai delicata al meglio sfoderando mestiere e grinta ed alla fine i punti della medaglia d’argento hanno soddisfatto in pieno, suggellata dal miglior tempo nell’ultima prova speciale.

Sfortunato Andrea Crugnola, che in coppia con Pietro Ometto ha rinnovato la collaborazione con il sodalizio, con a disposizione una Hyundai i20 R5 a titolo ufficiale. Alla vigilia si presagiva una vera lotta “in casa”, che di fatto non si è potuta vedere in quanto il driver varesino proprio nelle prime battute di gara è stato pesantemente rallentato da problemi ad un semiasse che lo hanno limitato per due prove. Un minuto ed oltre, il tempo perso, sufficiente per farlo affondare in classifica per poi costringerlo ad una decisa rimonta, cosa non facile visto l’elevato livello della gara.

Tra i tanti motivi di interesse al Ciocco Movisport aveva quelli per Campionato Asfalto (CIRA), dove Rudy Michelini (con Perna alle note sulla VolksWagen Polo R5), ha conquistato un notevole terzo posto, avviando così al meglio l’avventura 2021. Michelini ha centrato la quinta posizione della classifica assolutaconcretizzando – all’arrivo di Castelvecchio Pascoli – un piazzamento figlio di una prestazione concreta nel primo giro di speciali. A caratterizzare la l’impegno sulle prime tre prove del sabato è stata una performance che, seppur condizionata da una scelta di mescola rivelatasi non del tutto adeguata alle condizioni di fondo, ha garantito al driver di Lucca la consapevolezza di potersi esprimere al meglio nella fase centrale di gara. Prospettive, quelle legate al “secondo giro”, ridimensionate da un errore pagato in termini di concentrazione sull’asfalto della quinta prova speciale.

Gianluca Tosi – Alessandro Del Barba, sulla fida Skoda Fabia R5 tornano al Ciocco per l’ennesima occasione come ottimo allenamento in vista della stagione che hanno annunciato sarà sia nell’IRCup che nella Coppa di V zona, hanno finito in 15^ posizione assoluta, finendo soddisfatti del lavoro svolto sulla vettura e con la squadra e dietro di loro hanno finito Giacomo Scattolon e Giovanni  Bernacchini sulla VolksWagen Polo R5. Prestazione al di sotto delle aspettative, per il driver pavese, difficoltà date dal mancato feeling con la vettura che usava per la prima volta, guardando comunque a capitalizzare esperienza per il prosieguo della stagione che sicuramente lo vedrà tra i protagonisti.

Rally del Ciocco da dimenticare, invece, per Marco Pollara (con Mangiarotti su una Citroen C3 R5) fermati da un’uscita di strada durante la quinta prova, quando erano in ottava posizione della classifica CIRA

Al Ciocco, della partita erano anche anche Matteo Bonini – Paolo Zanini, su una Hyundai i20 R5, ventisettesimi assoluti, mentre Matteo Lusoli – Giacomino Mucci a bordo dell’intramontabile Renault Clio S1600 hanno conquistato la vittoria di classe. Su pari vettura, Davide  e Paolo Tiziani, si sono invece fermati dopo quattro prove quando erano al comando.

La presenza di un’altra top car nella parte della gara riservata alla prima prova della Coppa Rally di VI zona (CRZ), quella della Ford Fiesta R5 affidata a Marco Ferrari – Maurizio Casari, settimi di classe R5.

Movisport era poi al fianco di Guido Zanazio – Mauro Tosetto alla quinta edizione del Motors Rally Show Pavia, competizione in Circuito prevista a Castelletto di Branduzzo (PV). La coppia aveva a disposizione una Skoda Fabia R5 EVO con la quale ha concluso in 32^ posizione assoluta.

 

#Movisport  #rally  #motorsport  #rallypassion  #CrugnolaOmetto  #BassoGranai #SkodaFabiaR5 #VolksWagenPoloR5 #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #sportscar #horsepower #sportscars #wheel

Fonte: Alessandro Bugelli – MGT COMUNICAZIONE

GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI HYUNDAI MOTORSPORT: Hyundai Motorsport Review Finland Rally

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

From 17-24

October

the 2021 Absa Cape Epic