(ITA-ENG) Tarrés del Ténéré World Raid Team conquista il primo podio nella tappa 9 dell’Africa Eco Race

(ITA) Tarrés del Ténéré World Raid Team conquista il primo podio nella tappa 9 dell’Africa Eco Race

 

Pol Tarrés del Ténéré World Raid Team Yamaha è stato protagonista di un’incredibile battaglia con il suo bicilindrico da 700 cc contro i suoi rivali da 450 cc durante la prova speciale di giovedì, prima di riuscire a conquistare il terzo posto e assicurarsi il primo podio in carriera al suo secondo evento.

La nona tappa dell’Africa Eco Race ha visto la squadra lasciare il bivacco di Akjoujt dopo due notti per una speciale di 411,77 km attraverso il deserto fino a Ouad Naga.

Ancora una volta, la sabbia soffice e le dune sono state all’ordine del giorno, ma verso la fine della tappa ci sono stati anche tratti sterrati che hanno consentito una guida più veloce.

Le temperature hanno superato i 45 gradi e, dopo l’estenuante tappa 8, la speciale di giovedì ha rappresentato una dura prova per tutti i corridori.

Tarrés ha smentito la sua inesperienza in questo campo, dimostrando la sua abilità e i suoi progressi dal debutto nel rally al Tunisia Desert Challenge di aprile.

Per il suo compagno di squadra Botturi si è trattato di un caso più sfortunato.

Dopo la rottura della catena durante l’ottava tappa, l’italiano era in attesa del camion di soccorso mercoledì sera, ma anche questo si è bloccato e, insieme a molti altri piloti, purtroppo non è riuscito a tornare al bivacco in tempo per la partenza della speciale di giovedì.

Nonostante non abbia potuto partecipare alla tappa odierna, il 47enne italiano è ancora in gara, è salito di tre posizioni nella classifica generale, al 24° posto, ed è sesto nella classe +700.

La tappa 10 dell’Africa Eco Race vedrà il Team Yamaha Ténéré World Raid, in collaborazione con Riders for Health, affrontare il secondo anello del rally, con partenza e arrivo al bivacco di Ouad Naga, in quella che potrebbe rivelarsi una delle speciali più impegnative dell’intero evento.

La tappa, lunga 456,04 km, è composta quasi interamente da dune e, considerando che il sole cocente della Mauritania non ha mai smesso di battere, dovrebbe rivelarsi un’altra dura prova per l’uomo e per la moto.

 

Yamaha Racing

 

(ENG) Ténéré World Raid Team’s Tarrés Powers to Maiden Rally Podium on Stage 9 of Africa Eco Race

 

The Yamaha Ténéré World Raid Team’s Pol Tarrés was involved in an incredible battle on his 700cc twin-cylinder machine against his 450cc rivals during Thursday’s special stage before powering through to take third and secure his career-first rally podium in only his second event.

Stage 9 of the Africa Eco Race saw the team leave the bivouac at Akjoujt after two nights for a 411.77km special through the desert to Ouad Naga.

Once again, soft sand and dunes were the order of the day, but towards the end of the stage, there were also stretches of gravel tracks that allowed for some faster riding.

Temperatures again under the Moroccan sun were above 45 degrees Celsius, and after the physically exhausting Stage 8, Thursday’s special was going to be a stern test for all the riders.

Tarrés belied his inexperience at this level to showcase his ability and how much he has progressed since making his rally debut at the Tunisia Desert Challenge in April.

For his teammate Botturi, it was a case of more misfortune.

After the Italian’s chain broke on Stage 8, he was awaiting the rescue truck on Wednesday evening, but that too got stuck, and along with several other riders, sadly, he was not able to make it back to the bivouac in time for the start of the Thursday’s special.

Despite being unable to participate in today’s stage, the 47-year-old Italian is still in the race, has moved up three places in the overall standings to 24th, and is sixth in the +700 class.

Stage 10 of the Africa Eco Race sees the Yamaha Ténéré World Raid Team, in partnership with Riders for Health, take on the second loop of the rally, starting and ending at the bivouac in Ouad Naga, in what could prove to be one of the most challenging specials of the entire event.

The 456.04km stage is made up almost entirely of dunes, and with no let up from the searing Mauritanian sun in sight, it should prove to be another tough test of man and machine.

 

Yamaha Racing

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »