(ITA-ENG) Resoconto della seconda tappa dell’ERC Zlin: Crudele per Cais mentre Re Kopecky estende il suo regno

Campionato Europeo Rally FIA 2021, 4° round di 8

Report della seconda tappa del Barum Czech Rally Zlín: 29 agosto 2021

Erik Cais ha perso la sua prima vittoria nel FIA European Rally Championship in circostanze drammatiche, schiantandosi al ritiro nell’ultima tappa del 50° Barum Czech Rally Zlin, consegnando a Jan Kopecký la nona vittoria assoluta dell’evento.

L’eroe locale di 22 anni aveva 20,2 secondi di vantaggio grazie a una guida stellare con la sua Ford Fiesta Rally2 del team Yacco ACCR. 

Ma un incidente a circa 13 chilometri dall’inizio della tappa decisiva di Májová ha spezzato il cuore a Cais e alla co-pilota Jindřiška Žáková, che sono usciti illesi dalla loro auto ribaltata.

Cais si è dedicato al rally solo nel 2018, dopo che un infortunio lo ha costretto a interrompere la sua carriera di corridore professionista di mountain bike in discesa. 

È arrivato nella massima serie dell’ERC attraverso stagioni singole nell’ERC3 Junior e ERC1 Junior e si è iscritto all’ERC-MICHELIN Talent Factory per il 2021. 

Nonostante abbia mostrato promesse durante il suo stint nel campionato europeo, la sua performance nel suo evento locale ha sottolineato la sua incredibile progressione. 

È stata quindi una fine agonizzante per una splendida esibizione di Cais e Žáková, che ha incluso le vittorie in entrambi i passaggi della leggendaria prova di Pindula tra i sette tempi di tappa più veloci.

Kopecký, che ha ammesso all’inizio dell’evento che il suo connazionale l’aveva battuto, ha detto che Cais è stato il vero vincitore al traguardo della tappa finale. 

“Ha meritato la vittoria”, ha detto il pilota dell’Agrotec Škoda Rally Team. 

“Era incredibilmente veloce a Pindula, ma il rally finisce sul podio. Erik è stato il re di oggi, ha fatto davvero un ottimo lavoro tranne un errore che gli è costato la vittoria del rally. Ma stiamo facendo questo sport per avere successo e questo è l’obiettivo principale e vorrei dire un grande grazie al mio co-pilota Jan [Hloušek]. Abbiamo avuto solo pochi mesi per costruire la squadra e trovare gli sponsor e i partner quindi la vittoria l’abbiamo anche meritata. Questo è stato il Barum Rally più difficile della mia carriera, con le condizioni che cambiavano continuamente”.

Cais: “Era un posto scivoloso, c’era un piccolo rettilineo in una curva a destra. Sono stato abbastanza bravo in frenata, ma mi aspettavo che non ci sarebbe stato così tanto slittamento e sono scivolato dalla parte posteriore sinistra e non c’era modo di tornare indietro. Ho colpito qualcosa nel fosso e si è rotta la ruota ed è rotolata una volta ed è rimasta sul lato. È stato un piccolo errore con un grande impatto e mi scuso con tutti. Ma spero che abbiamo reso Zlín orgogliosa e la Repubblica Ceca orgogliosa in alcune tappe e voglio ringraziare tutti i fan e la mia squadra e i miei partner che mi stanno sostenendo in questi momenti difficili. Sento un dolore al cuore ma ora dobbiamo concentrarci sulle Azzorre”.

Andreas Mikkelsen è arrivato a Zlín un punto dietro Alexey Lukyunuk nella classifica ERC. 

Ma quando Lukyanuk non è stato in grado di partire a seguito di un incidente in prova mercoledì, Mikkelsen ha avuto l’opportunità di passare in testa al campionato europeo, che ha massimizzato nel suo Toksport WRT Škoda finendo secondo. 

“Questo è stato davvero importante per il campionato e ora abbiamo un buon margine”, ha detto il norvegese. 

 “Naturalmente è un peccato che Lukyanuk non abbia fatto il rally perché si sarebbe sicuramente immischiato nella lotta. Sono contento della nostra prestazione di questo fine settimana, sapevamo che sarebbe stato difficile con i piloti cechi perché sono passati quasi 10 anni dall’ultima volta che sono stato qui. Ma avrei sicuramente firmato per il secondo posto prima del rally”.

Filip Mareš è stato un altro pilota a beneficiare della caduta di Cais, il campione ERC1 Junior 2019 ha conquistato il terzo posto per completare un podio Škoda interamente equipaggiato con MICHELIN. 

“Essere sul podio in questo rally difficile è incredibile e sono molto soddisfatto”, ha detto Mareš. 

“È una sfortuna per Erik, meritava la vittoria ma è così e il terzo posto è fantastico per noi”.

Norbert Herczig ha continuato la sua corsa, finendo quarto per Škoda Rally Team Hungaria, 3,8s dietro Mareš, con Efrén Llarena che ha completato la top six per Rallye Team Spain dietro Miko Marczyk di ORLEN Team, che è arrivato quinto e si è aggiudicato il primo posto per ERC-MICHELIN Talent Factory.

Callum Devine è stato il miglior piazzamento a Zlín, settimo con la sua Motorsport Ireland Rally Academy Ford Fiesta Rally2, mentre Miroslav Jakeš, Yoann Bonato (CHL Sport Auto Citroën C3 Rally2) e Martin Koči hanno completato la top 10. 

Il 10° posto dello slovacco Koči è stato particolarmente notevole dopo che è stato chiamato a sostituire Roman Odložilík alla vigilia dell’evento.

Petr Semerád ha ottenuto la P11 con Martin Vlček che ha portato la nuova i20 N Rally2 di Hyundai al suo debutto nell’ERC in P12. 

Alberto Battistolli ha concluso il suo debutto a Zlín in P13, mentre Ken Torn ha vinto l’ERC Junior in P14 a bordo della sua Ford Fiesta Rally2 equipaggiata con Pirelli e gestita da M-Sport Polonia. 

Luis Vilariño, un altro nuovo arrivato a Zlín, ha ottenuto la P15.

Simon Wagner si stava dirigendo verso un bel quarto posto fino a quando un albero di trasmissione rotto ha distrutto le sue speranze sulla SS12. 

Jari Huttunen è caduto sulla SS7 e non è stato in grado di ripartire a causa dei danni.

Anche Albert von Thurn und Taxis non è riuscito a completare la SS7, mentre Adam Březik non ha potuto iniziare la prova a causa di un guasto meccanico. 

Tuttavia, è ripartito il secondo giorno, ma è uscito di strada sulla SS12. 

La rara partenza di Tomáš Kostka nel rally è durata meno di due tappe dopo che il ceco ha danneggiato la ruota anteriore destra della sua Fabia colpendo un albero sulla SS2. 

Dominik Stříteský, che ha segnato un punto nel suo debutto nel campionato ERC a Roma il mese scorso, è caduto ad alta velocità sulla SS3 ed è stato portato in ospedale per controlli precauzionali.

Il campione Érdi Jr ottiene la prima vittoria ERC2 del 2021, Poloński è imbattuto nella Abarth Rally Cup

Il campione in carica Tibor Érdi Jr ha ottenuto la sua prima vittoria ERC2 della stagione, tirando un sospiro di sollievo a bordo della sua Mitsubishi Lancer Evolution X. 

L’ungherese ha iniziato la seconda tappa guidando la classe di produzione con 36,3 secondi, ma è tornato a mezzogiorno a Otrokovice 14,6 secondi davanti a Victor Cartier. 

Tuttavia, Cartier aveva completato la SS12 con acqua che scorreva dalla sua Toyota Yaris Rally2 Kit a causa di un radiatore danneggiato e il francese non sarebbe andato oltre, lasciando Érdi Jr a prendere una vittoria impressionante davanti al vincitore della Abarth Rally Cup Dariusz Poloński. 

Martin Rada e Roberto Gobbin sono finiti rispettivamente terzo e quarto nell’ERC2 e secondo e terzo nella serie monomarca Abarth. 

Csaba Juhász è quinto dopo una serie di problemi, mentre Michał Pryczek ha recuperato per finire sesto dopo essere caduto sulla SS4 e aver superato una foratura sulla SS12 nella sua Subaru Impreza. 

Dmitry Feofanov rimane in cima alla classifica ERC2, ma ora è a pari punti con Poloński dopo un fine settimana difficile. 

Il pilota lettone è uscito di strada sulla SS6, è ripartito questa mattina ma si è schiantato definitivamente sulla SS12.

Bassas è il boss dell’ERC3 mentre Franceschi combatte per vincere l’ERC3 Junior

Con un vantaggio di 56 secondi all’inizio della tappa finale, Pep Bassas del Rallye Team Spain ha fornito la miscela perfetta di velocità e consistenza per vincere l’ERC3 sulla sua Peugeot 208 Rally4 equipaggiata con Pirelli. 

Jean-Baptiste Franceschi (Toksport WRT Renault Clio Rally4) è arrivato secondo nell’ERC3 e ha aggiunto la vittoria dell’ERC3 Junior alla sua lista di successi, nonostante abbia ricevuto una penalità di tre minuti per un check-in anticipato sabato mattina. 

Il rapido rumeno Norbert Maior ha battuto Martin László al secondo posto nell’ERC3 Junior e terzo nell’ERC3 di 4.0s dopo che il suo rivale ungherese è uscito di strada a un incrocio vicino al traguardo della SS14. 

Il pilota locale Daniel Polášek ha completato la top four dell’ERC3 Junior. 

Łukasz Lewandowski si è piazzato ottavo nella sua Opel Corsa Rally4 con Adrienn Vogel e Ekaterina Stratieva rispettivamente P11 e P12. 

Sami Pajari, Nikolai Landa e Nick Loof sono ripartiti questa mattina dopo le loro uscite del primo giorno e hanno finito rispettivamente P13-15 nel ERC3 e quinto-settimo nel ERC3 Junior. 

Alejandro Cachón è ripartito dopo essere andato fuori strada nella prima tappa, ma ha ritirato la sua Peugeot del Rallye Team Spain con un turbo rotto dopo la SS10.

Strappato nel controllo nell’ERC Junior

Con il collega estone Kauri Pannas come co-pilota, Ken Torn ha fatto un altro passo importante verso la vittoria del Campionato FIA ERC Junior, e il premio FIA Junior World Rally Championship nel 2022, con la vittoria di classe davanti a Oscar Solberg, che è ripartito dopo la sua giornata di riposo. 

Torn, che ora ha tre vittorie ERC Junior al suo attivo, ha anche sottolineato la competitività della sua Ford Fiesta Rally3 equipaggiata con Pirelli, finendo nella top 15 generale.

Mabellini fa una tripletta nel Clio Trophy by Toksport WRT

Andrea Mabellini ha esteso la sua corsa vincente nel Clio Trophy by Toksport WRT a tre eventi con un altro forte spettacolo insieme alla co-pilota Virginia Lenzi. 

L’italiano ha battuto Bastien Bergounhe e Ghjuvanni Rossi, rispettivamente secondo e terzo. 

Per Bergounhe, il risultato ha segnato il suo miglior risultato finora nella serie arrive-and-drive per la Renault Clio Rally5 con pneumatici MICHELIN, mentre Rossi è salito sul podio in tutti e quattro i round disputati finora. 

Per Paulo Soria, invece, è stata una mattinata difficile. 

L’argentino è sceso, dal secondo posto della notte, al quarto dopo che un contatto con una chicane alla SS11 ha lasciato la sua auto con un tubo del turbo danneggiato. 

La situazione è peggiorata nella SS12 quando un atterraggio pesante ha rotto la sospensione posteriore della sua Clio.

I membri dell’ERC-MICHELIN Talent Factory impressionano al Barum Czech Rally Zlín

Miko Marczyk è stato il miglior pilota dell’ERC-MICHELIN Talent Factory, quinto assoluto, seguito da Efrén Llarena dopo la caduta di Erik Cais. 

L’ERC-MICHELIN Talent Factory è uno schema di incentivazione per le giovani stelle del Rally2 e ha visto per la prima volta la partecipazione del nuovo arrivato Adam Březik. 

Tuttavia, il pilota locale è caduto nella sua gara di casa sulla SS12.

P1 Racing Fuels Podium Challenge premia i piloti

Il P1 Racing Fuels Podium Challenge continua nel 2021. 

Esso premia i primi tre classificati dell’ERC1 e dell’ERC2 in tutti i round del campionato con buoni carburante che possono essere scambiati con carburante da gara P1 XR5 negli eventi successivi, aiutando i concorrenti a ridurre ulteriormente il costo della competizione. 

In entrambe le categorie, i piloti vincitori hanno ricevuto 150 litri di carburante, mentre il secondo e il terzo classificato hanno ricevuto rispettivamente 100L e 50L.

CLASSIFICA PROVVISORIA DELLE 15 POSIZIONI ERC (dopo 15 tappe, 210,92 km)

1 Jan Kopecký (CZE)/Jan Hloušek (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo 2h00m07.2s

2 Andreas Mikkelsen (NOR)/Jonas Andersson (SWE) Škoda Fabia Rally2 Evo +40.1s

3 Filip Mareš (CZE)/Radovan Bucha (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +1m40.2s

4 Norbert Herczig (HUN)/Ramón Ferencz (HUN) Škoda Fabia Rally2 Evo +1m44.0s

5 Miko Marczyk (POL)/Szymon Gospodarczyk (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo +2m28.5s M

6 Efren Llarena (ESP)/Sara Fernández (ESP) Škoda Fabia Rally2 Evo +3m09.4s M

7 Callum Devine (IRL)/James Fulton (IRL) Ford Fiesta Rally2 +3m22.8s

8 Miroslav Jakeš (CZE)/Petr Machů (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +4m50.7s

9 Yoann Bonato (FRA)/Benjamin Boullloud (FRA) Citroën C3 Rally2 +5m13.4s

10 Martin Koči (SVK)/Martin Tureček (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +6m00.0s

11 Petr Semerád (CZE)/Danny Persein (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +6m12.0s

12 Martin Vlček (CZE)/Karolína Jugasová (CZE) Hyundai i20 N Rally2 +8m25.3s

13 Alberto Battistolli (ITA)/Simone Scattolin (ITA) Škoda Fabia Rally2 Evo +9m34.5s

14 Ken Torn (EST)/Kauri Pannas (EST) Ford Fiesta Rally3 +9m40.7s

15 Luis Vilariño (ESP)/José Murado (ESP) Škoda Fabia Rally2 Evo +11m21.7s

M = eleggibile per gli incentivi ERC-MICHELIN Talent Factory

FIA ERC2: Tibor Érdi Jr (HUN)/Zoltán Csökö (HUN) Mitsubishi Lancer Evolution X

FIA ERC3: Pep Bassas (ESP)/Axel Coronado (ESP) Peugeot 208 Rally4

FIA ERC Junior: Ken Torn (EST)/Kauri Pannas (EST) Ford Fiesta Rally3

FIA ERC3 Junior: Jean-Baptiste Franceschi (FRA)/Anthony Gorguilo (FRA) Renault Clio Rally4

Abarth Rally Cup: Dariusz Poloński (POL)/Łukasz Sitek (POL) Abarth 124 rally

Clio Trophy by Toksport WRT: Andrea Mabellini (ITA)/Virginia Lenzi (ITA) Renault Clio Rally5

ERC-MICHELIN Talent Factory: Miko Marczyk (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo

Tempi e risultati in diretta: https://www.fiaerc.com/live-timing/

LEADER DEL RALLY

SS1-SS8: Kopecký/Hloušek

SS9-SS14: Cais/Žáková

SS15: Kopecký/Hloušek

STATISTICHE CHIAVE:

Vittorie ERC rally nel 2021: Basso, Gryazin, Kopecký e Lukyanuk 1

Vittorie di tappa ERC nel 2021: Gryazin 13; Basso, Cais e Kopecký 7; Mikkelsen 5; Crugnola e Lukyanuk 4; Breen 3; Chuchała, Herczig, Llarena e Tempestini 1

Cosa c’è dopo? ERC 2021, Round 4 di 8: 55° Rally delle Azzorre (sterrato), 16-18 settembre 2021

Il rally in 100 parole: 

Con sede sull’isola più grande dell’arcipelago dell’Oceano Atlantico, São Miguel, il rally compie 55 anni nel 2021 e rimane uno degli eventi più spettacolari del calendario internazionale. 

Le tappe attraversano paesaggi mozzafiato e campagne lussureggianti e sono caratterizzate dalla loro superficie sabbiosa e dalla natura stretta e ondulata. 

E poiché le prove cronometrate spesso non sono più larghe della larghezza di un’auto, non c’è semplicemente alcun margine di errore, in particolare sulla prova Sete Cidades lungo il bordo di un lago vulcanico. 

Anche il tempo mutevole è un fattore, con condizioni che passano dal sole agli acquazzoni e alle macchie di nebbia.

 

 

ERC Zlin leg two report: Cruel for Cais as King Kopecky extends his reign
FIA European Rally Championship 2021, Round 4 of 8
Barum Czech Rally Zlín leg two report: August 29, 2021

Erik Cais lost out on his first FIA European Rally Championship victory in dramatic circumstances when he crashed into retirement on the final stage of the 50th Barum Czech Rally Zlin, handing a record-extending ninth outright event win to Jan Kopecký in the process.
The 22-year-old local hero was 20.2s in front on the back of a stellar drive in his Yacco ACCR Team Ford Fiesta Rally2.
But a crash approximately 13 kilometres from start of the deciding Májová stage meant heartbreak for Cais and co-driver Jindřiška Žáková, who climbed out of their overturned car uninjured.
Cais only took up rallying in 2018 after injury forced him to call time on his career as a professional downhill mountain bike racer.
He progressed to the ERC’s top-flight via single seasons in ERC3 Junior and ERC1 Junior and has enrolled in the ERC-MICHELIN Talent Factory for 2021.
Although he’s shown promise throughout his stint in the European championship, his performance on his local event underlined his incredible progression.
It was therefore an agonising end to a stunning display by Cais and Žáková, which included wins on both passes of the legendary Pindula test among seven fastest stage times.
Kopecký, who admitted earlier in the event that his compatriot had the beating of him, said Cais was the real winner at the finish of the final stage.
“He deserved the win, that’s easy,” said the Agrotec Škoda Rally Team driver.
“He was unbelievably fast in Pindula but the rally finishes on the podium. Erik was the king of today, he did a really great job except for one mistake which cost him the win of the rally. But we are doing this sport to be successful and that’s the main target and I would like to say a big thank you to my co-driver Jan [Hloušek]. We only had a few months to build the team and find the sponsors and partners and so we also deserved this win. This was the most difficult Barum Rally I have done in my career with the conditions changing all the time.”
Cais: “It was a slippery place, there was a little straight into a right-five. I was quite good on the braking but I expected there would be not so much slipppy and it slipped from the left rear and there was no way back. I hit something in the ditch and it broke the wheel and rolled one time and stayed on the side. It was a small mistake with a big impact and I apologise to everyone. But I hope we made Zlín proud and the Czech Republic proud on some stages and I want to thank all the fans and my team and my partners who are supporting me in these hard times. I feel a pain in my heart but now we have to focus on the Azores.”
Andreas Mikkelsen arrived in Zlín one point behind Alexey Lukyunuk in the ERC standings.
But when Lukyanuk was unable to start following a car-wrecking testing crash on Wednesday, Mikkelsen was handed a gilt-edged opportunity to move into the European championship lead, which he maximised in his Toksport WRT Škoda by finishing second.
“This was really important for the championship and we now have quite a good margin,” the Norwegian said.
“Of course it’s a shame Lukyanuk didn’t do the rally because he would have definitely mixed in with the fight. I’m happy with our performance this weekend, we knew it was going to be difficult with the Czech drivers because it’s almost 10 years since I was last here. But I would definitely have signed for second place before the rally.”
Filip Mareš was another driver to benefit after Cais crashed out, the 2019 ERC1 Junior champion taking third place to complete and all-MICHELIN-equipped Škoda podium. “To be on the podium on this difficult rally is amazing and I am very satisfied,” said Mareš.
“It’s bad luck for Erik, he deserved the victory but it’s like that and third place is fantastic for us.”
Norbert Herczig continued his strong run of form by finishing fourth for Škoda Rally Team Hungaria, 3.8s behind Mareš, with Efrén Llarena completing the top six for Rallye Team Spain behind ORLEN Team’s Miko Marczyk, who finished fifth as the leading ERC-MICHELIN Talent Factory member.
Callum Devine was the best-placed Zlín rookie in seventh in his Motorsport Ireland Rally Academy Ford Fiesta Rally2 as Miroslav Jakeš, Yoann Bonato (CHL Sport Auto Citroën C3 Rally2) and Martin Koči rounded out the top 10.
Slovakian Koči’s 10th place was particularly notable after he was called up to replace Roman Odložilík on the eve of the event.
Petr Semerád took P11 with Martin Vlček giving Hyundai’s all-new i20 N Rally2 its ERC debut in P12.
Alberto Battistolli finished his Zlín debut in P13 with Ken Torn winning ERC Junior in P14 aboard his Pirelli-equipped Ford Fiesta Rally2 run by M-Sport Poland.
Luis Vilariño, another Zlín newcomer, was P15.
Simon Wagner was heading to a fine fourth until a broken driveshaft wrecked his hopes on SS12.
Jari Huttunen crashed his Team MRF Tyres entry on SS7 and was unable to restart due to damage.
Albert von Thurn und Taxis also failed to complete SS7, while Adam Březik was unable to start the test due to a mechanical failure.
He did restart on day two, however, but went off the road on SS12.
Tomáš Kostka’s rare rally start lasted for less than two stages after the Czech damaged his Fabia’s front-right wheel hitting a tree on SS2.
Dominik Stříteský, who scored a championship point on his ERC debut in Roma last month, crashed at high speed on SS3 and was taken to hospital for precautionary checks.
Champion Érdi Jr takes first ERC2 victory of 2021, Poloński unbeaten in Abarth Rally Cup
Defending champion Tibor Érdi Jr scored his first ERC2 win of the season – but breathed a sigh of relief aboard his Mitsubishi Lancer Evolution X.
The Hungarian started leg two leading the production-based class by 36.3s but returned to midday service in Otrokovice 14.6s in front of Victor Cartier.
However, Cartier had completed SS12 with water pouring from his Toyota Yaris Rally2 Kit due to a damaged radiator and the Frenchman would go no further, leaving Érdi Jr to take an impressive victory ahead of Abarth Rally Cup winner Dariusz Poloński.
Martin Rada and Roberto Gobbin finished third and fourth in ERC2 and second and third in the one-make Abarth series respectively.
Csaba Juhász was fifth after a succession of problems, as Michał Pryczek recovered to finish sixth after crashing on SS4 and overcoming a puncture on SS12 in his Subaru Impreza.
Dmitry Feofanov remains on top of the ERC2 standings but is now equal on points with Poloński after a fraught weekend.
The Latvia-based driver went off the road on SS6, restarted this morning but crashed out for good on SS12.

Bassas is the ERC3 boss as Franceschi fights back to win ERC3 Junior
With a lead of 56s starting the final leg, Rallye Team Spain’s Pep Bassas delivered the perfect blend of speed and consistency to win ERC3 in his Pirelli-equipped Peugeot 208 Rally4.
Jean-Baptiste Franceschi (Toksport WRT Renault Clio Rally4) finished second in ERC3 and added the ERC3 Junior victory to his list of achievements despite being handed a three-minute time penalty for an early check-in on Saturday morning.
Rapid Romanian Norbert Maior beat Martin László to second place in ERC3 Junior and third in ERC3 by 4.0s after his Hungarian rival went off the road at a junction close to the finish of SS14.
Local driver Daniel Polášek completed the ERC3 Junior top four.
Łukasz Lewandowski placed eighth in his Opel Corsa Rally4 with Adrienn Vogel and Ekaterina Stratieva P11 and P12 respectively.
Sami Pajari, Nikolai Landa and Nick Loof restarted this morning following their exits on day one and finished P13-15 respectively in ERC3 and fifth-seventh in ERC3 Junior.
Alejandro Cachón restarted after going off the road on leg one but retired his Rallye Team Spain-entered Peugeot with a broken turbo after SS10.

Torn in control in ERC Junior
With fellow Estonian Kauri Pannas co-driving, Ken Torn took another important step towards winning the FIA ERC Junior Championship – and the FIA Junior World Rally Championship prize drive in 2022 – with the class win ahead of Oscar Solberg, who restarted following his day-one off.
Torn, who now has three ERC Junior victories under his belt, also underlined the competitiveness of his Pirelli-equipped Ford Fiesta Rally3 by finishing in the top 15 overall.
Mabellini makes it a Clio Trophy by Toksport WRT hat-trick
Andrea Mabellini extended his winning run in the Clio Trophy by Toksport WRT to three events with another strong showing alongside co-driver Virginia Lenzi.
The Italian beat Bastien Bergounhe and Ghjuvanni Rossi to second and third respectively.
For Bergounhe, the result marked his best finish so far in the arrive-and-drive series for the Renault Clio Rally5 on MICHELIN tyres, while Rossi has finished on the podium on all four rounds run so far.
It was a fraught morning for Paulo Soria, however.
The Argentine dropped from second overnight to fourth after contact with a chicane on SS11 left his car with a damaged turbo pipe.
It got worse on SS12 when a heavy landing broke his Clio’s rear suspension.

ERC-MICHELIN Talent Factory members impress on Barum Czech Rally Zlín
Miko Marczyk was the best-placed ERC-MICHELIN Talent Factory member in fifth overall followed by Efrén Llarena after Erik Cais crashed out.
The ERC-MICHELIN Talent Factory is an incentive scheme for young stars in Rally2 cars and featured newcomer Adam Březik for the first time.
However, the local driver crashed out of his home event on SS12.

P1 Racing Fuels Podium Challenge rewards drivers
The P1 Racing Fuels Podium Challenge continues in 2021.
It rewards the top three finishers in ERC1 and ERC2 on all rounds of the championship with fuel vouchers that can be exchanged for P1 XR5 race fuel at subsequent events, helping competitors to further reduce the cost of competing.
Across both categories, the winning drivers received 150 litres of fuel, while the second and third placed drivers received 100L and 50L respectively.
PROVISIONAL TOP 15 ERC POSITIONS (after 15 stages, 210.92 kilometres)
1 Jan Kopecký (CZE)/Jan Hloušek (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo 2h00m07.2s
2 Andreas Mikkelsen (NOR)/Jonas Andersson (SWE) Škoda Fabia Rally2 Evo +40.1s
3 Filip Mareš (CZE)/Radovan Bucha (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +1m40.2s
4 Norbert Herczig (HUN)/Ramón Ferencz (HUN) Škoda Fabia Rally2 Evo +1m44.0s
5 Miko Marczyk (POL)/Szymon Gospodarczyk (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo +2m28.5s M
6 Efrén Llarena (ESP)/Sara Fernández (ESP) Škoda Fabia Rally2 Evo +3m09.4s M
7 Callum Devine (IRL)/James Fulton (IRL) Ford Fiesta Rally2 +3m22.8s
8 Miroslav Jakeš (CZE)/Petr Machů (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +4m50.7s
9 Yoann Bonato (FRA)/Benjamin Boullloud (FRA) Citroën C3 Rally2 +5m13.4s
10 Martin Koči (SVK)/Martin Tureček (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +6m00.0s
11 Petr Semerád (CZE)/Danny Persein (CZE) Škoda Fabia Rally2 Evo +6m12.0s
12 Martin Vlček (CZE)/Karolína Jugasová (CZE) Hyundai i20 N Rally2 +8m25.3s
13 Alberto Battistolli (ITA)/Simone Scattolin (ITA) Škoda Fabia Rally2 Evo +9m34.5s
14 Ken Torn (EST)/Kauri Pannas (EST) Ford Fiesta Rally3 +9m40.7s
15 Luis Vilariño (ESP)/José Murado (ESP) Škoda Fabia Rally2 Evo +11m21.7s
M = Eligible for ERC-MICHELIN Talent Factory incentives

FIA ERC2: Tibor Érdi Jr (HUN)/Zoltán Csökö (HUN) Mitsubishi Lancer Evolution X
FIA ERC3: Pep Bassas (ESP)/Axel Coronado (ESP) Peugeot 208 Rally4
FIA ERC Junior: Ken Torn (EST)/Kauri Pannas (EST) Ford Fiesta Rally3
FIA ERC3 Junior: Jean-Baptiste Franceschi (FRA)/Anthony Gorguilo (FRA) Renault Clio Rally4
Abarth Rally Cup: Dariusz Poloński (POL)/Łukasz Sitek (POL) Abarth 124 rally
Clio Trophy by Toksport WRT: Andrea Mabellini (ITA)/Virginia Lenzi (ITA) Renault Clio Rally5
ERC-MICHELIN Talent Factory: Miko Marczyk (POL) Škoda Fabia Rally2 Evo
Live timing and results: https://www.fiaerc.com/live-timing/

RALLY LEADERS
SS1-SS8: Kopecký/Hloušek
SS9-SS14: Cais/Žáková
SS15: Kopecký/Hloušek

KEY STATISTICS:
ERC rally wins in 2021: Basso, Gryazin, Kopecký and Lukyanuk 1
ERC stage wins in 2021: Gryazin 13; Basso, Cais and Kopecký 7; Mikkelsen 5; Crugnola and Lukyanuk 4; Breen 3; Chuchała, Herczig, Llarena and Tempestini 1

What’s next? ERC 2021, Round 4 of 8: 55th Azores Rallye (Gravel), September 16-18, 2021
The rally in 100 words:
Based on the mid-Atlantic Ocean archipelago’s largest island of São Miguel, the rally turns 55 in 2021 and remains one of the most spectacular events on the international calendar.
Stages criss-cross breath-taking scenery and lush countryside and are characterised by their sandy surface and narrow and undulating nature.
And because the timed tests are often no wider than the width of a car, there is simply no margin for error, particularly on the Sete Cidades test along the rim of a volcanic crater lake.
Changeable weather is also a factor with conditions switching from sunshine to showers and fog patches.


GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI 2021 TERseries: 2021 TERseries – Rallye de Ferrol – Highlights Day 1

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *