(ITA-ENG) MOVISPORT PADRONA ANCHE DELLA “TERRA TRICOLORE”: TRIS DI VITTORIE PER SCANDOLA, TITOLO ITALIANO DI GRUPPO N A MELEGARI

Alla penultima prova del Campionato Italiano Rally Terra, in Sardegna, la Scuderia ha dato nuova prova di forza con il successo di Scandola e con la conquista del titolo Italiano di Gruppo N 4×4 di Zelindo Melegari.

Ottimo debutto di Nikolay Gryazin con la Fiesta R5 al Rally Acropoli, con il terzo posto di WRC-2 e la quarta piazza di campionato agguantata con forza.

Reggio Emilia, 13 settembre 2021 

Non conosce soste, l’attività di Movisport, ma certamente conosce allo stesso pari successi. 

Quei successi che la portano a comandare la scena rallistica nazionale. 

Una settimana dopo aver ribadito la propria forza nel Campionato Italiano Rally, con due terzi del podio occupati dai propri portacolori Basso (al comando) e Crugnola (terzo) nel contesto del “1000 Miglia”, nel fine settimana appena passato è stata ribadita l’egemonia nel Campionato Italiano su Terra, in Sardegna al Rally del Vermentino, vinto da Umberto Scandola e Danilo Fappani sulla Hyundai i20 R5. 

In più proprio Movisport si è aggiudicata uno dei primi titoli della stagione, nel dettaglio quello incamerato dal “sempreverde” Zelindo Melegari, con Manuel Fenoli, alla guida della Subaru Impreza Sti. Si sono infatti aggiudicati il titolo del Gruppo N 4×4.

Attaccare con decisione e difendersi da avversari determinati a non mollare la presa era il doppio compito di Scandola e Fappani (alla seconda gara insieme) e la missione è stata certamente compiuta con grande dimostrazione di forza. 

Una gara molto tirata sul filo dei secondi, disputata con lucidità e assecondata dalla vettura che ha permesso di sbaragliare la concorrenza, comunque rimandando a giocarsi tutto a inizio novembre alla Coppa Liburna, in Toscana.

Soddisfazione poi per Melegari, rimessosi in gioco a cinquanta anni suonati da un po’ con passione ed anche con forza, andando a conquistare il titolo delle vetture integrali derivate dalla serie. 

Una stagione altisonante, per il manager reggiano, giunto secondo di gruppo N con una gara accorta, che guardava soltanto ad accarezzare la bandiera a scacchi per mettere le mani sullo scudetto, ed adesso ha nel mirino l’altro titolo, quello del “tricolore” assoluto (CIR) che potrà giocarsi a Verona ad inizio ottobre, con la solita vettura.

In gara in Sardegna vi erano anche Giuseppe Pozzo e Pietro Paolo Cottu su una Skoda Fabia Evo, 21 esimi assoluti e sono rientrati poi con un piazzamento da podio Andrea Tonelli – Roberto Debbi con la loro rossa ed inconfondibile Ford Escort RS. 

Sono finiti al terzo posto assoluto nella gara “storica” valida per il tricolore di categoria (CIRTS), con una prestazione assai decisa quanto anche spettacolare.

GRYAZIN A PODIO IN GRECIA

Era il grande atteso al mondiale rally in Grecia, Nikolay Gryazin, con alle note Konstantin Aleksandrov. 

Alla nona prova del mondiale rally, infatti sono scesi dalla consueta VolksWagen Polo GTi R5 per salire su una Ford Fiesta R5 del Team ufficiale M-Sport.  

Era l’occasione importante, per il giovane rallista russo, per fare il salto di qualità e proporsi al top in vista della stagione 2022, motivo di crescita tecnica e sportiva che guarda dunque all’orizzonte.  

Occasione non certo sprecata, con la conquista della terza posizione di WRC-2 ed avendo acquisito punti pesanti per il campionato (ben 16), da sesto che era prima dell’iconico evento ellenico adesso è quarto. 

La soddisfazione è stata grande, essendo arrivato anche primo tra le diverse Ford Fiesta schierate al via. 

Movisport è rimasta poi al terzo posto della classifica provvisoria per i team.

SCANDOLA ALLE AZZORRE, FERRAROTTI SULLE DOLOMITI

Ed anche il prossimo fine settimana prosegue spedita la marcia degli alfieri Movisport nei campionati di alto livello. 

Umberto Scandola, che ritroverà alle note Guido D’Amore, sarà al via alla gara delle Isole Azzorre, quinta prova del Campionato Europeo (ERC), su fondo sterrato. 

Per loro sarà la prima volta, sulle isole portoghesi dell’Atlantico, impegno che cercheranno di onorare al meglio, certamente con l’ottica di acquisire esperienza nel contesto della corsa continentale.

Ci proverà poi di nuovo Ivan Ferrarotti, con al fianco Fabio Grimaldi. 

L’occasione sarà il celebre Rally San Martino di Castrozza, sulle dolomiti trentine, penultima prova del Campionato Italino WRC. 

Il reggiano sarà al via con la Skoda Fabia R5 con la quale cercherà di far fruttare al meglio la trasferta montana che avrà validità anche per il trofeo LogisticaUno by Michelin, dedicato alle vetture che utilizzano pneumatici di marca Michelin.

MOVISPORT IS ALSO THE MASTER OF THE “TERRA TRICOLORE”: THREE VICTORIES FOR SCANDOLA, GROUP N ITALIAN TITLE FOR MELEGARI

At the penultimate round of the Italian Rally Terra Championship, in Sardinia, the Scuderia gave a new proof of strength with the success of Scandola and the conquest of the Italian title of Group N 4×4 by Zelindo Melegari.

Excellent debut of Nikolay Gryazin with the Fiesta R5 at the Rally Acropoli, with the third place in WRC-2 and the fourth place in the championship grabbed with strength.

Reggio Emilia, 13 September 2021 

Movisport’s activity doesn’t stop, but it certainly knows successes at the same time. 

Those successes that lead it to command the national rally scene. 

A week after having confirmed its strength in the Italian Rally Championship, with two thirds of the podium occupied by its own drivers Basso (in the lead) and Crugnola (third) in the context of the “1000 Miglia”, last weekend the hegemony in the Italian Land Championship was confirmed in Sardinia at the Rally del Vermentino, won by Umberto Scandola and Danilo Fappani on the Hyundai i20 R5. 

Moreover, Movisport won one of the first titles of the season, in detail the one taken by the “evergreen” Zelindo Melegari, with Manuel Fenoli, driving the Subaru Impreza Sti. 

They won the Group N 4×4 title.

Attacking decisively and defending themselves from opponents determined not to give up was the double task of Scandola and Fappani (at their second race together) and the mission was certainly accomplished with a great show of strength. 

A very tight race on the edge of the seconds, disputed with lucidity and supported by the car that allowed to rout the competition, however postponing to play everything at the beginning of November at the Coppa Liburna, in Tuscany.

Satisfaction then for Melegari, who got back into the game at fifty years old with passion and also with strength, going to win the title of the integral cars derived from the series. 

An impressive season for the manager from Reggio Emilia, who came second in group N with a shrewd race, who looked only to touch the checkered flag to get his hands on the title, and now he has in his sights the other title, the “tricolor” absolute (CIR) that he can play in Verona in early October, with the usual car.

In Sardinia there were also Giuseppe Pozzo and Pietro Paolo Cottu on a Skoda Fabia Evo, 21st overall and then Andrea Tonelli – Roberto Debbi with their red and unmistakable Ford Escort RS, came back with a podium placing. 

They finished in third place overall in the “historic” race valid for the tricolour category (CIRTS), with a very decisive and spectacular performance.

GRYAZIN ON THE PODIUM IN GREECE

It was the great awaited at the world rally in Greece, Nikolay Gryazin, with Konstantin Aleksandrov at the notes. 

At the ninth round of the World Rally Championship, in fact, they got off the usual Volkswagen Polo GTi R5 to get on a Ford Fiesta R5 of the official M-Sport Team.  

It was the important occasion, for the young Russian rally driver, to make the leap in quality and to propose himself at the top in view of the 2022 season, a reason of technical and sporting growth that is looking at the horizon.  

The opportunity was certainly not wasted, with the conquest of the third position in WRC-2 and having acquired heavy points for the championship (16), from sixth before the iconic Hellenic event he is now fourth. 

The satisfaction was great, having also arrived first among the several Ford Fiesta lined up at the start. 

Movisport then remained in third place in the provisional team standings.

SCANDOLA IN THE AZORES, FERRAROTTI IN THE DOLOMITES

Next weekend the Movisport drivers will continue their march in the high level championships. 

Umberto Scandola, who will find again Guido D’Amore at the notes, will be at the start of the race in the Azores Islands, fifth round of the European Championship (ERC), on gravel roads. 

For them it will be the first time, on the Portuguese islands of the Atlantic, a commitment that they will try to honor at best, certainly with the view to gain experience in the context of the continental race.

Then Ivan Ferrarotti will try again, with Fabio Grimaldi at his side. 

The occasion will be the famous Rally San Martino di Castrozza, on the Trentino Dolomites, penultimate round of the Italian WRC Championship. 

The driver from Reggio Emilia will be at the start with the Skoda Fabia R5 with which he will try to make the most of the mountain trip that will be valid also for the LogisticaUno by Michelin trophy, dedicated to the cars that use Michelin tires.

GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI WRC – EKO Acropolis Rally Greece 2021- Giovedi 2-2

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *