(ITA-ENG) Le leggende del WRC si scontrano nel rally più duro dell’anno

L’orgoglio delle pianure Sébastien Ogier difenderà la sua corona del Safari Rally Kenya (23-26 giugno) contro il vecchio nemico Sébastien Loeb, che si scontra per la prima volta sull’impervio terreno africano.
Le leggende del Campionato del Mondo Rally FIA si affrontano per la terza volta quest’anno in occasione del sesto e più difficile appuntamento della serie nella cartolina della Great Rift Valley.
Il percorso è ricco di fauna esotica, tra cui leoni, leopardi, giraffe, zebre e ippopotami.
Entrambi i piloti partecipano a programmi parziali in questa stagione.
Il nove volte campione Loeb si è aggiudicato la prima gara diventando il più anziano vincitore di un evento WRC della storia al Rallye Monte-Carlo con la sua M-Sport Ford Puma Rally1.
Ogier della Toyota Gazoo Racing, otto volte vincitore del titolo, ha conquistato la corona del Safari nel 2021, quando la classica sub-sahariana è tornata nella serie dopo 19 anni di assenza.
Questo sarà il loro primo scontro in Kenya, con l’unica precedente partenza di Loeb nel 2002.
I lunghi rettilinei, in cui la velocità può superare i 200 km/h, contrastano con le piste rocciose che riducono le auto a poco più di un passo.
Inoltre, per aumentare la tensione, si prevedono temporali durante i quattro giorni dell’incontro.
Se le previsioni sono corrette, la pioggia potrebbe trasformare i tratti asciutti in infidi bagni di fango in pochi minuti.
Ogier è affiancato dalla Yaris GR dal leader del campionato Kalle Rövanperä, da Elfyn Evans – ritiratosi l’anno scorso nella giornata inaugurale – e dal secondo classificato del 2021 Takamoto Katsuta.
Rovanperä ha dimostrato una forma incredibile in questa stagione, con tre vittorie su cinque partenze.
È in testa alla classifica con 55 punti, ma potrebbe essere svantaggiato dall’apertura delle strade sterrate.
In circostanze simili, il finlandese ha ottenuto solo un quinto posto al Rally Italia Sardegna all’inizio del mese.
Loeb fa parte di un gruppo di cinque vetture M-Sport Ford.
A lui si aggiungono Craig Breen, quarto in classifica, Gus Greensmith, Adrien Fourmaux e il gentleman driver Jourdan Serderidis.
Thierry Neuville di Hyundai Motorsport è a caccia di riscatto dopo che il suo tentativo di successo al Safari 2021 si è arenato.
Il belga è stato in testa per la maggior parte del rally prima che un guasto alla sospensione posteriore facesse deragliare la sua sfida.
Neuville farà coppia con Ott Tänak, vincitore del Rally Italia Sardegna, e con Oliver Solberg, che sostituisce Dani Sordo sulla terza i20 N del team.
Il presidente keniota Uhuru Kenyatta darà il via ai concorrenti dalla partenza di Nairobi giovedì all’ora di pranzo.
Ci aspettano 19 estenuanti prove speciali intorno ai laghi Naivasha ed Elmenteita per 363,44 km prima dell’arrivo di domenica pomeriggio a Naivasha.

WRC Media Service
WRC legends clash at toughest rally of the year

Pride of the plains Sébastien Ogier defends his Safari Rally Kenya (23 – 26 June) crown against old foe Sébastien Loeb as they battle for the first time on Africa’s unforgiving terrain.
The FIA World Rally Championship legends face off for the third time this year at the sixth and toughest round of the series in the picture-postcard Great Rift Valley.
The route teems with exotic wildlife including lions, leopards, giraffes, zebras and hippos.
Both drivers are contesting partial programmes this season.
Nine-time champion Loeb drew first blood when the 47-year-old became the oldest WRC event winner in history at Rallye Monte-Carlo in his M-Sport Ford Puma Rally1.
Toyota Gazoo Racing’s Ogier, eight times a title winner, claimed the Safari crown in 2021 when the sub-Saharan classic returned to the series following a 19-year absence.
This will be their first Kenyan clash, with Loeb’s only previous start way back in 2002.
Long straight roads where speeds could top 200kph contrast with rocky rutted tracks that reduce cars to little more than walking pace.
And, to add to the excitement, thunderstorms are predicted during the four-day encounter.
If the forecasters are correct, rain could transform the dry sections into treacherous mudbaths in minutes.
Ogier is joined in GR Yaris cars by championship leader Kalle Rövanperä as well as Elfyn Evans – who retired last year on the opening day – and 2021 runner-up Takamoto Katsuta.
Rovanperä has shown incredible form so far this season with three wins from five starts.
He tops the standings by 55 points, but may be disadvantaged by opening the gravel roads.
In similar circumstances, the Finn could only muster fifth at Rally Italia Sardegna earlier this month.
Loeb is part of a five-car M-Sport Ford entry.
He is joined by Craig Breen, fourth in the points, Gus Greensmith, Adrien Fourmaux and gentleman driver Jourdan Serderidis.
Hyundai Motorsport’s Thierry Neuville is hunting for redemption after his bid for 2021 Safari success turned sour.
The Belgian led for most of the rally before rear suspension failure derailed his challenge.
Neuville will team up with Rally Italia Sardegna winner Ott Tänak as well as Oliver Solberg, who replaces Dani Sordo in the team’s third i20 N car.
Kenyan president Uhuru Kenyatta will flag competitors away from the Nairobi start on Thursday lunchtime.
Ahead lie 19 gruelling special stages around Lakes Naivasha and Elmenteita covering 363.44km before Sunday afternoon’s finish in Naivasha.

WRC Media Service

GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI ERC Rally Highlights – 78th Rally Poland 2022 – Final Day

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *