(ITA-ENG) La storia si ripete a Monza con una sfida per il titolo tra i compagni di squadra Toyota

Sébastien Ogier ed Elfyn Evans si contenderanno il FIA World Rally Championship in un duello all’ultimo turno, in Italia, questo fine settimana, mentre si chiude il sipario sull’era del World Rally Car.

Tutti e tre i titoli di alto livello rimangono in palio al FORUM8 ACI Rally Monza (18-21 novembre), ma Toyota Gazoo Racing è la favorita alla vittoria, con la corona dei piloti e quella dei copiloti già al sicuro.

Ogier e il copilota Julien Ingrassia hanno 17 punti di vantaggio sul compagno di squadra della Yaris World Rally Car Evans. 

Un risultato nella top-three significherebbe l’ottavo titolo in nove stagioni per la coppia francese, con Ogier che torna ad un programma parziale nel 2022 e Ingrassia che va in pensione.

Evans ed il co-pilota Scott Martin devono finire sul podio per avere qualche possibilità di un campionato inaugurale e ribaltare il cuore spezzato di Monza dello scorso anno. 

I britannici conducevano nel finale, ma sono caduti, consegnando gli onori a Ogier.

Il rally oscilla tra le tortuose strade di montagna nelle Alpi Bergamasche, vicino a Milano, e l’iconico circuito della Cattedrale della velocità ai margini della città del nord Italia.

Curve ampie, in cemento, sporgenti sull’ovale storico e strade di servizio sterrate, scomode, implicano che nulla a Monza sarà facile. 

Anche se non è previsto il tempo invernale che ha dominato l’appuntamento dell’anno scorso, la pioggia e il fango potrebbero rendere l’asfalto di montagna infido.

Ogier ha visto un vantaggio di 44 punti diminuire negli ultimi due round, ma rimane calmo e motivato a concludere la sua carriera a tempo pieno nel WRC con un altro titolo.

“Sono molto fortunato e privilegiato ad aver avuto questa lunga carriera ricca di vittorie e di titoli, quindi in qualche modo questo mi fa sentire rilassato”, ha spiegato il pilota della Yaris World Rally Car.

“Ci sarà, ad un certo punto, un po’ di pressione, ma è qualcosa di cui ho bisogno. Abbiamo tutte le carte in regola per riuscirci, quindi dobbiamo solo andare a prendere il titolo”.

Evans è in forma in seguito alla vittoria in Finlandia e al secondo posto in Spagna, e ha giurato di proseguire la lotta con il suo collega.

“È una possibilità remota, ma io e Scott faremo del nostro meglio”, ha detto. 

” L’approccio sarà solo quello di puntare al miglior risultato possibile e vedere cosa succede.  Dopo una metà stagione difficile, gli ultimi due round sono stati migliori per noi”.

Un risultato tra i primi sette di Ogier, Evans o Kalle Rovanperä sarà sufficiente alla Toyota per strappare il titolo costruttori alla Hyundai Motorsport. 

La squadra coreana ha il debuttante Teemu Suninen al posto di Ott Tänak, che al momento non è disponibile per motivi personali.

Monza rappresenta un addio affettuoso alle World Rally Car che appaiono al massimo livello per l’ultima volta dopo 25 anni, prima dell’introduzione di macchine Rally1 a propulsione ibrida nel 2022.

Mentre la Yaris della Toyota e la i20 della Hyundai torneranno in una nuova veste, è la fine della strada per la Fiesta della M-Sport Ford, che sarà sostituita dalla Puma. 

La Fiesta ha ottenuto 15 vittorie nel WRC dalla sua prima apparizione nel 2011.

Il rally inizia a Monza venerdì mattina e i festeggiamenti si svolgeranno all’arrivo di domenica pomeriggio, dopo 16 tappe per 253,18 km.

WRC Media Service

History repeats as Monza hosts title decider between Toyota teammates.

 

Sébastien Ogier and Elfyn Evans duel for the FIA World Rally Championship in a last-round shootout in Italy this weekend as the curtain closes on the World Rally Car era.

All three top-tier titles remain up for grabs at FORUM8 ACI Rally Monza (November 18 – 21) but Toyota Gazoo Racing are firm favourites to clinch a clean sweep, with the drivers’ and co-drivers’ crowns already safely in the bag.

Ogier and co-driver Julien Ingrassia lie 17 points clear of Yaris World Rally Car team-mate Evans. 

A top three finish would seal an eighth title in nine seasons for the French pair as Ogier steps back to a part-programme in 2022 and Ingrassia heads into retirement.

Evans and co-driver Scott Martin must finish on the podium to have any chance of a maiden championship and overturn last year’s Monza heartbreak. 

The Britons led going into the finale, but crashed to hand the honours to Ogier.

The rally swings back and forth between winding mountain roads in the Bergamasque Alps, near Milan, and the iconic Cathedral of Speed circuit on the edge of the northern Italian city.

Sweeping corners, banked concrete curves on the historic oval and awkward gravel service roads mean nothing is easy at Monza. 

While the wintry weather that dominated last year’s fixture is not expected, rain and mud could make the mountain asphalt treacherous.

Ogier has watched a 44-point advantage dwindle over the last two rounds, but he remains calm and motivated to end his full-time WRC career with another title.

“I’m very lucky and privileged to have had this long career with a lot of victories and a lot of titles already so somehow that gives me a relaxed feeling,” explained the Yaris World Rally Car pilot.

“There will be at some point some pressure building but that’s something I need. We have all the cards in hand to make it [the title] happen, so we just have to go for it.”

Evans is on form with victory in Finland and second in Spain from his last two outings and he vowed to carry the fight to his colleague.

“It’s an outside chance but Scott and I will give it our best shot,” he said. 

“The approach will be just to aim for the best result possible and see what happens. After a difficult mid-season, the last couple of rounds have been better for us.”

A top seven result from either Ogier, Evans or Kalle Rovanperä will be sufficient for Toyota to wrest the manufacturers’ title away from Hyundai Motorsport. 

The Korean squad have debutant Teemu Suninen replacing Ott Tänak, who is unavailable for personal reasons.

Monza marks a fond farewell to World Rally Cars which appear at the top level for the final time after 25 years, ahead of the introduction of hybrid-powered Rally1 machinery in 2022.

While Toyota’s Yaris and Hyundai’s i20 will return in a new guise, it’s the end of the road for M-Sport Ford’s Fiesta, which will be replaced by the Puma. 

The Fiesta has scored 15 WRC event victories since first appearing in 2011.

The rally starts at Monza on Friday morning and celebrations will be in full swing there at Sunday afternoon’s finish after 16 stages covering 253.18km.

WRC Media Service

GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI TGR – Come far conoscere i Rally

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *