(ITA-ENG) International Rally Cup verso il Rally Città di Bassano: tutti contro il leader Bostjan Avbelj

(ITA) International Rally Cup verso il Rally Città di Bassano: tutti contro il leader Bostjan Avbelj

 

La situazione relativa alla classifica assoluta, redatta dopo il terzo appuntamento in programma – il Rally Internazionale Casentino – sorride al pilota sloveno, primo indiziato alla conquista del titolo 2022.

Nicola Sartor comanda nell’IRC Challenge, confronto che preannuncia grande agonismo sulle strade dell’ultima manche.

 

Bedonia, 1 agosto 2022

È un biglietto da visita che preannuncia grande agonismo, quello presentato da International Rally Cup agli organizzatori del Rally Città di Bassano.

Il terzo appuntamento del campionato promosso da IRC Sport in concerto con Pirelli, il Rally Internazionale Casentino, ha garantito alla manche conclusiva una situazione di classifica ben definita in ottica assoluta ma assolutamente aperta a possibili “scosse”, con l’evento di fine ottobre confermato decisivo per l’assegnazione del titolo 2022.

A comandare la classifica generale è ancora lo sloveno Bostjan Avbelj, vincitore del Rally Internazionale Casentino su Skoda Fabia Rally2 Evo.

Una situazione assolutamente favorevole, quella vantata dal leader nei confronti dei diretti avversari, chiamati ad una condotta aggressiva sulle strade di Bassano ed a sperare in un “passo falso” da parte del pilota di MS Munaretto.

Ad alimentare le loro aspettative è il coefficiente maggiorato – 1.5 – assegnato al confronto conclusivo, con Luca Rossetti ad occupare la seconda posizione recriminando sull’uscita di strada costata il ritiro al Trofeo Maremma di aprile.

La conquista del podio in “Casentino” ha permesso a Nicola Sartor di insediare la terza piazza della classifica provvisoria ed alimentare ambizioni di successo nella classifica dedicata all’IRC Challenge, contesto che sta vedendo il veneto al comando e che, a Bassano, coinvolgerà un lotto di piloti ancora in corsa per la conquista del titolo: Alberto Roveta, Michele Rovatti e Gianluca Tosi, terzetto che farà leva sul coefficiente maggiorato e su un gap dal leader che – nel caso del primo inseguitore Alberto Roveta – è quantificato in venti lunghezze.

Una disamina che vede interessato anche Simone Goldoni, quinto tra le gerarchie di IRC Challenge.

Una situazione decisamente più incerta, quella appena analizzata, al contrario di quella evidenziata in termini assoluti, con Bostjan Avbelj “lanciato” verso la conquista del titolo su strade che lo hanno già assecondato: sua, la vittoria nella passata edizione del confronto organizzato da Bassano Rally Racing, quello che gli appassionati definiscono “il Mundialito del Nordest”.

Con Luca Rossetti primo inseguitore e Nicola Sartor a godere della terza posizione del podio, la cornice conclusiva sarà valida opportunità per Andrea Nucita di chiudere definitivamente la sfortunata parentesi che lo ha visto uscire di scena al Rally Internazionale Casentino, a causa di un problema meccanico accusato dalla sua Skoda Fabia Rally2 Evo.

Stesse motivazioni per il norvegese Mads Østberg, tra i piloti più attesi a Bassano ma, anch’egli, costretto alla resa della sua Citroën C3 Rally2 al Rally Internazionale Casentino.

Confermata la leadership di Pierdomenico Fiorese e la sua Mitsubishi Lancer Evolution nel confronto relativo alle vetture N5/N4/R4/Rally3, con Gianluca Crippa e Paolo Olivo parti integranti di una sfida totalmente aperta a qualsiasi pronostico.

La classifica dedicata al Trofeo Due Ruote Motrici Prestige vede comandare il pisano Mirco Straffi, autore di due primati su tre a disposizione.

La sua Peugeot 208 Rally4 si trova al vertice della categoria, con il primo inseguitore – Lorenzo Grani – costretto a guardarsi le spalle dall’avanzata di Giacomo Guglielmini, terza forza di un confronto di grandi contenuti che vede, come quarta miglior espressione Emanuele Danesi, una delle rivelazioni del campionato.

Alle spalle del driver pistoiese, in quinta piazza, si trova l’esperto Davide Gatti, vincitore della manche al Rally Internazionale del Taro.

Grande incertezza nella classifica di “R2B”, con Daniele Silvestri leader ma costretto a guardarsi bene le spalle da Alberto Branche – vincitore in Casentino – e Gabriel Di Pietro, chiamato a guadagnare campo dopo lo sfortunato ritiro ambientato a Bibbiena.

Ben definita la situazione in classifica proposta dal Trofeo Sport, con Christian Buccino e la sua Honda Civic leader con ampio margine.

Alle sue spalle, però, cercheranno punti fondamentali per congedarsi dalla kermesse nel miglior modo possibile Fabio Oppici e Fabio Breglia: solo undici, i punti di distacco tra i due inseguitori.

Una categoria che promette scintille a Bassano, con Davide Scarso e Stefano Ferrarini attesi alla miglior espressione sulle loro Renault Clio RS.

Accesa, la lotta tra gli Under 25: Mattia Ricciu (Peugeot 208 Rally4) si trova adesso al comando, con Gabriel Di Pietro costretto a contare tredici punti di ritardo sulla Peugeot 208 R2B ritirata sulle prove del Rally Internazionale Casentino.

Un forfait costato la testa della classifica e che, al momento, vede il giovane driver nella condizione di rincorrere affiancato da Michele Bormolini, essendo entrambi accomunati dal medesimo punteggio.

Il Rally Città di Bassano chiuderà la programmazione 2022 di International Rally Cup, chiamando alla sfida anche i team interessati nella lotta al titolo: PA Racing cercherà di confermare la leadership maturata, facendo leva su un vantaggio ben marcato nei confronti dei campioni in carica di MS Munaretto, con Balbosca atteso sull’asfalto dell’appuntamento conclusivo nelle vesti di terza miglior squadra.

 

Classifiche complete su http://www.ircup.it

 

Nella foto (free copyright Amicorally): Nicola Sartor, leader della classifica IRC Challenge.

 

Press – Gabriele Michi

 

 

(ENG) International Rally Cup towards the Rally Città di Bassano: all against leader Bostjan Avbelj

 

The situation regarding the overall classification, drawn up after the third round in the programme – the Casentino International Rally – smiles to the Slovenian driver, first suspect to conquer the 2022 title.

Nicola Sartor leads in the IRC Challenge, a confrontation that foretells great agonism on the roads of the last heat.

 

Bedonia, 1 August 2022

It is a business card that promises great competitiveness, the one presented by International Rally Cup to the organisers of the Rally Città di Bassano.

The third round of the championship promoted by IRC Sport in concert with Pirelli, the Casentino International Rally, guaranteed a well-defined classification situation in the final heat from an absolute point of view but absolutely open to possible “shakes”, with the event at the end of October confirmed as decisive for the awarding of the 2022 title.

Still leading the overall classification is Slovenian Bostjan Avbelj, winner of the Casentino International Rally on Skoda Fabia Rally2 Evo.

An absolutely favourable situation, the one boasted by the leader against the direct opponents, called to an aggressive conduct on the roads of Bassano and to hope in a “false step” by the driver of MS Munaretto.

Fuelling their expectations is the increased coefficient – 1.5 – assigned to the final confrontation, with Luca Rossetti occupying the second position, recriminating about the off-track that forced him to retire at the Maremma Trophy in April.

The conquest of the podium in “Casentino” allowed Nicola Sartor to settle in third place in the provisional classification and feed ambitions of success in the IRC Challenge classification, a context that is seeing the driver from Veneto in the lead and that, in Bassano, will involve a batch of drivers still in the running for the title: Alberto Roveta, Michele Rovatti and Gianluca Tosi, a trio that will take advantage of the increased coefficient and a gap from the leader that – in the case of the first pursuer Alberto Roveta – is quantified in twenty lengths.

An examination that also sees Simone Goldoni, fifth in the IRC Challenge hierarchy, involved.

A much more uncertain situation, the one just analysed, as opposed to the one highlighted in absolute terms, with Bostjan Avbelj “launched” towards the conquest of the title on roads that have already indulged him: his, the victory in the last edition of the confrontation organised by Bassano Rally Racing, the one that fans call “the Mundialito of the Northeast”.

With Luca Rossetti, first pursuer, and Nicola Sartor enjoying the third position on the podium, the final frame will be a valid opportunity for Andrea Nucita to close permanently the unfortunate parenthesis that saw him leave the scene at the Rally Internazionale Casentino, due to a mechanical problem experienced by his Skoda Fabia Rally2 Evo.

Same motivations for the Norwegian Mads Østberg, among the most awaited drivers in Bassano but, also forced to surrender his Citroën C3 Rally2 at the Rally Internazionale Casentino.

Confirmed the leadership of Pierdomenico Fiorese and his Mitsubishi Lancer Evolution in the confrontation relative to the N5/N4/R4/Rally3 cars, with Gianluca Crippa and Paolo Olivo integral parts of a challenge totally open to any prediction.

The classification dedicated to the Trofeo Due Ruote Motrici Prestige sees the Pisan Mirco Straffi in the lead, author of two firsts out of three provided.

His Peugeot 208 Rally4 is at the top of the category, with the first pursuer – Lorenzo Grani – forced to watch his back from the advancing Giacomo Guglielmini, third force in a confrontation of great content that sees as fourth best Emanuele Danesi, one of the revelations of the championship.

Behind the driver from Pistoia, in fifth place, is the expert Davide Gatti, winner of the heat at the Taro International Rally.

Great uncertainty in the classification of “R2B”, with Daniele Silvestri leader but forced to watch his back well from Alberto Branche – winner in Casentino – and Gabriel Di Pietro, called to gain field after the unfortunate withdrawal set in Bibbiena.

The situation in the Trofeo Sport classification is well defined, with Christian Buccino and his Honda Civic leading by a wide margin.

Behind him, however, Fabio Oppici and Fabio Breglia will be looking for fundamental points to bid farewell to the kermesse in the best way possible: only eleven, the points of detachment between the two pursuers.

A category that promises sparks in Bassano, with Davide Scarso and Stefano Ferrarini expected at the best expression on their Renault Clio RS.

On fire, the fight among the Under 25s: Mattia Ricciu (Peugeot 208 Rally4) is now in the lead, with Gabriel Di Pietro forced to count thirteen points behind on the Peugeot 208 R2B withdrawn on the stages of the Casentino International Rally.

A forfeit that forced him out of the lead and that, at the moment, sees the young driver in a position to chase alongside Michele Bormolini, as they both share the same points tally.

The Rally Città di Bassano will close the 2022 schedule of the International Rally Cup, calling to the challenge also the teams involved in the fight for the title: PA Racing will try to confirm the leadership gained, leveraging a well-marked advantage against the reigning champions of MS Munaretto, with Balbosca expected on the asphalt of the final appointment in the role of third best team.

 

Complete rankings on http://www.ircup.it

 

In the photo (free copyright Amicorally): Nicola Sartor, leader of the IRC Challenge classification.

 

Press – Gabriele Michi

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »