(ITA-ENG) Il Ténéré World Raid Team sul punto di entrare nella storia dopo l’ottima tappa 11 dell’Africa Eco Race

(ITA) Il Ténéré World Raid Team sul punto di entrare nella storia dopo l’ottima tappa 11 dell’Africa Eco Race

 

Il Ténéré World Raid Team Yamaha ha completato in grande stile la sezione mauritana del rally durante la tappa 11, con Pol Tarrés che ha concluso la speciale al secondo posto e il suo compagno di squadra Alessandro Botturi al sesto.

Così facendo, Tarrés diventerà il primo pilota in assoluto a raggiungere la fine dell’Africa Eco Race su una moto d’avventura a due cilindri, dopo aver completato la tappa 12 di domenica di 22 km accanto all’iconico Lac Rose.

La tappa 11 dell’Africa Eco Race avrebbe dovuto contenere due speciali, una su ciascun lato del confine tra Mauritania e Senegal, ma a causa delle recenti piogge torrenziali, la seconda tappa è stata cancellata.

Questo ha lasciato 122 km di sabbia soffice e dune da affrontare prima di un collegamento di 300 km che comprendeva l’attraversamento del confine prima di arrivare al bivacco di Mpal.

Le temperature sono salite ancora una volta a oltre 45 gradi centigradi e, man mano che i piloti si avvicinavano al Senegal, aumentava anche l’umidità, per cui la speciale, pur essendo la più breve del rally, si è rivelata impegnativa quanto quelle che l’hanno preceduta.

 

Yamaha Racing

 

(ENG) Ténéré World Raid Team on the Verge of Creating History After Strong Stage 11 at the Africa Eco Race

 

The Yamaha Ténéré World Raid Team completed the Mauritanian leg of the rally during a shortened Stage 11 in style, with Pol Tarrés ending the special in second and his teammate Alessandro Botturi in sixth.

In doing so, Tarrés will become the first rider ever to reach the end of the Africa Eco Race on a two-cylinder adventure bike after they complete Sunday’s 22km Stage 12 beside the iconic Lac Rose.

Stage 11 of the Africa Eco Race was due to contain two specials, one on each side of the Mauritanian/Senegal border, but due to recent torrential rain, the second leg was cancelled.

This left 122km of soft sand and dunes to deal with before a 300km liaison that included the border crossing before arriving at the bivouac in Mpal.

Temperatures rose to over 45 degrees Celsius once again, and as the riders approached Senegal, the humidity also increased, so while the special was the shortest of the rally so far, it proved to be just as challenging as those that came before it.

 

Yamaha Racing

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »