(ITA-ENG) Gajser vince il MXGP di Gran Bretagna e si porta in testa al campionato mondiale di motocross

 

Un’esibizione dominante di Tim Gajser del Team HRC ha visto il pilota della Honda CRF450R lasciare la pista di Matterley Basin – sede del GP di Gran Bretagna – con la targa rossa di leader del campionato.

In una giornata piena di sole, ma ventilata, vicino a Winchester, il primo round del campionato mondiale di motocross ha finalmente avuto luogo, dopo un rinvio dal weekend precedente a causa della tempesta Eunice. 

E sebbene il vento sia stato gelido per tutto il fine settimana, non è bastato a disturbare i piloti, in quello che è uno dei migliori circuiti del calendario.

Dopo aver terminato al secondo posto la gara di qualificazione di ieri, Gajser ha avuto una buona scelta per entrambe le manche, ma non è riuscito a sfruttare la situazione e si è dovuto fare strada in entrambe le gare. 

Nella prima manche, è passato rapidamente dal 10° al sesto posto, impostando un buon ritmo. 

A poco a poco ha superato i piloti davanti a lui, mostrando una buona abilità, e, a metà gara era già in seconda posizione. 

Ancora una volta, un approccio paziente ha chiuso il divario dal leader e con un paio di giri alla fine, il leader ha commesso un errore e lui è passato in testa.

In gara due è stata una situazione simile, dopo un inizio nella media si è ritrovato in quarta posizione alla fine del primo giro. 

Con dei buoni sorpassi, ancora una volta, si è fatto strada fino al secondo posto dopo soli cinque giri, ed è stato allora che ha davvero mostrato la sua velocità, raggiungendo il leader che aveva creato un divario impressionante dal resto del campo. 

Registrando un giro più veloce dopo l’altro, ha rapidamente raggiunto il leader, e altrettanto rapidamente ha fatto la sua mossa sulla curva prima del rettilineo di partenza.

Dopo un altro giro veloce sembrava che Gajser avrebbe conquistato la vittoria, proprio come aveva fatto al primo round in Russia l’anno scorso. 

Tuttavia, le ombre del sole al tramonto hanno causato un errore di valutazione e il pilota è sceso al secondo posto.

A pochi giri dalla fine, ha cercato di fare del suo meglio per passare in testa, ma non è riuscito nell’intento, tagliando il traguardo a soli 0,5 secondi dal vincitore. 

Ciò è stato comunque sufficiente per conquistare la vittoria assoluta e condurre il campionato del mondo MXGP con quattro punti di vantaggio.

Per Evans è stato difficile affrontare i migliori piloti di motocross del mondo dopo oltre 15 mesi di assenza per infortunio. 

Tuttavia, l’australiano ha mostrato il suo spirito combattivo, eseguendo i suoi giri e completando entrambe le manche in condizioni estremamente difficili. 

La sua posizione in classifica (17-22) non è quella desiderata, ma questo è stato un passo importante per il suo recupero, nel tentativo di tornare in testa alla competitiva classe MXGP.

La serie si dirige ora a Mantova, Italia, il prossimo fine settimana, per il secondo round del campionato. 

Si tratta di un luogo che ha ospitato numerosi round MXGP di recente e il terreno piatto e sabbioso dovrebbe fornire una sfida molto diversa per entrambi i membri del Team HRC, che hanno avuto buoni ricordi dagli eventi passati a Mantova.

MXGP – Honda Racing Corporation

Gajser wins MXGP of Great Britain to lead world motocross championship

A dominant display of riding from Team HRC’s Tim Gajser saw the Honda CRF450R rider leave the Matterley Basin track – home of the British GP – with the championship-leading red-plate.

On a sun-filled but breezy day near Winchester, the first round of the world motocross championship eventually took place, after a postponement from last weekend due to storm Eunice. 

And while there was still a bitterly cold wind throughout the weekend, it wasn’t enough to affect the riders too much, for what is one of the best circuits on the calendar.

After finishing in second place from yesterday’s qualification race, Gajser had a good gate pick for both motos, however he wasn’t able to capitalise and instead had to work his way through the field in both races. 

In the first moto, he quickly moved through from 10th to sixth by the time they crossed the line the first time, and settled into a good rhythm. 

Gradually he picked off riders in front of him, showing good race craft as he moved forward and by the halfway point, he was already into second place. 

Again, a patient approach closed the gap to the leader and with a couple of laps to go, just as he was about to pounce, the leader made a mistake and he swept into the lead, comfortably pulling out a gap by the time he took the chequered flag.

It was a similar story in race two, recovering from an average start to be in fourth at the end of the first lap. 

Making good passes, he once again worked his way into second place after just five laps, which is when he really showed his speed to reel in the leader who had made an impressive gap to the rest of the field. 

Posting fastest lap after fastest lap, he quickly caught up to the leader’s back wheel, and just as quickly made his move on the corner before the start straight. 

Immediately putting in another fast lap, it looked like Gajser would cruise to a one-one victory, just like he achieved at the first round in Russia last year. 

However, the long shadows from a setting sun, caused a misjudgement and he dropped back into second place.

With a few laps remaining, he tried his best to make the pass for the lead but he wasn’t able to get it done, crossing the line just 0.5 seconds behind the winner. 

This meant he went one-two, but it was still good enough to take the overall victory and lead the MXGP world championship by four points.

For Evans, it was always going to be a tough ask, to come up against the best motocross riders in the world after over 15-months of absence due to injury. 

However, the Australian showed his fighting spirit, clicking off his laps and completing both motos in what were some extremely difficult conditions. 

His 17-22 results aren’t where he wants to be, but this was an important step in his recovery, as he attempts to get back to the front of this competitive MXGP class.

The series now heads to Mantova, Italy next weekend, for what is the second round of this twenty-round championship. 

It is a venue that has hosted plenty of MXGP rounds recently and the flat, sandy terrain should provide a much different challenge for both members of Team HRC, who have had good memories from past events there.

MXGP – Honda Racing Corporation

GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI RALLY COLLI TREVIGIANI 2022 – Recap

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *