(ITA-ENG) Anteprima evento ERC: 55° Rally delle Azzorre

10 settembre 2021

La seconda parte del FIA European Rally Championship 2021 è in programma dal 16 al 18 settembre, quando lo spettacolare Azores Rallye ritorna con una partecipazione ricca di talenti ed un percorso notevolmente modificato.

ESSENZIALI

Cosa: 2021 FIA European Rally Championship round 5 di 8*

Quando: 16-18 settembre 2021

Dove: Ponta Delgada, São Miguel

Tappe: 13

Distanza della tappa: 201,74 chilometri

Distanza di collegamento: 443.40 chilometri

Distanza totale: 645.14 chilometri

Superficie: Sterrato

Partecipazioni ERC (dal 2004 ristrutturazione): 7 (2013-2019)

*Conta anche per: FIA ERC2, FIA ERC3, FIA European Rally Championship for Teams. Incentivi ERC-MICHELIN Talent Factory disponibili

Vincitori recenti:

2019: Łukasz Habaj/Daniel Dymurski (Škoda Fabia R5)

2018: Alexey Lukyanuk/Alexey Arnautov (Ford Fiesta R5)

2017: Bruno Magalhães/Hugo Magalhães (Škoda Fabia R5)

2016: Ricardo Moura/António Costa (Ford Fiesta R5)

2015: Craig Breen/Scott Martin (Peugeot 208 T16)

Il rally in 100 parole:

Con sede sull’isola più grande dell’arcipelago dell’Oceano Atlantico, São Miguel, il rally compie 55 anni nel 2021 e rimane uno degli eventi più spettacolari del calendario internazionale.

Le tappe attraversano paesaggi mozzafiato e campagne lussureggianti e sono caratterizzate dalla loro superficie sabbiosa e dalla natura stretta e ondulata. 

E poiché le prove cronometrate spesso non sono più larghe della larghezza di un’auto, non c’è semplicemente alcun margine di errore, in particolare nella prova di Sete Cidades lungo il bordo di un lago vulcanico a cratere. 

Anche il tempo variabile è un fattore, con condizioni che passano dal sole agli acquazzoni e alle macchie di nebbia.

I principali cambiamenti per il 2021:

Rinviato dal 2020, il 55° Rally delle Azzorre si svolge essenzialmente secondo un nuovo formato, con le tradizionali tappe forestali a est di São Miguel che si svolgono nella tappa di apertura piuttosto che in quella di chiusura. 

Ciò significa che le tappe occidentali si svolgono ora nella giornata finale con la tappa del vulcano Sete Cidades che decide l’esito dello spettacolare sterrato ERC. 

Il rally è anche conforme al requisito della FIA di contenere gli eventi in una finestra di quattro giorni.

 Di conseguenza, le tradizionali tappe del giovedì pomeriggio scompaiono e tutta l’azione di tappa è contenuta in due giorni. 

Le restrizioni COVID-19 implicano che il City Show sul lungomare di Ponta Delgada non si svolgerà quest’anno.

Il percorso in breve:

Giovedì 16 settembre: Dopo il completamento delle ricognizioni di giovedì mattina, l’attenzione passa rapidamente alle prove libere dalle 13h00 ora locale (CET -2) e poi la fase di qualificazione dalle 15h18 quando i piloti prioritari ERC saranno in azione sulla pista Lagoa di 3,12 chilometri a est di Ponta Delgada.

Venerdì 17 settembre: l’anello mattutino porta gli equipaggi all’estremo est di São Miguel per la tappa Tronqueira, simile alla giungla, attraverso la prova più lunga del rally, Graminhais, che misura 24,03 chilometri di lunghezza. 

C’è una sola visita alla Lagoa de São Brás durante il viaggio di ritorno a metà tappa a Ponta Delgada. 

Poi si ritorna a Graminhais e Tronqueira nel pomeriggio con la superspeciale a due a due del Grupo Marques a nord di Ponta Delgada che completa il primo giorno, che copre 111,90 chilometri di gara.

Sabato 18 settembre: la tappa decisiva di sabato si sviluppa su una distanza cronometrata di 89,84 chilometri e inizia con un viaggio a nord di Ponta Delgada a Coroa da Mata seguito da un viaggio a ovest di Feteiras prima della prima carica attraverso l’iconica tappa del vulcano Sete Cidades. 

C’è un ritorno alla superspeciale Grupo Marques prima del servizio nella capitale, Ponta Delgada. 

Coroa da Mata e Feteiras sono ripetute nel pomeriggio con la replica di Sete Cidades che deciderà l’esito del 55° Rally delle Azzorre dalle 15.53 ora locale in diretta su Facebook e YouTube.

PANORAMICA

La seconda parte del Campionato Europeo Rally FIA 2021 è in programma dal 16 al 18 settembre, con il ritorno dello spettacolare Rally delle Azzorre con una partecipazione ricca di talenti e un percorso notevolmente modificato.

Dopo quattro round ERC, Andreas Mikkelsen detiene il primo posto nella corsa per vincere l’ambito titolo FIA dopo aver capitalizzato la mancata partenza di Alexey Lukyanuk al Barum Czech Rally Zlín a seguito di un incidente in prova.  

Il secondo posto del norvegese Mikkelsen a Zlín significa che ha 30 punti di vantaggio sul suo rivale russo con entrambi i piloti che puntano ad aggiungere una seconda vittoria al loro impressionante curriculum.

Ma non è solo Lukyunak che Mikkelsen punterà a battere. 

Miko Marczyk, Efrén Llarena e Norbert Herczig hanno segnato punti forti costantemente in questa stagione, mentre un trio di esordienti delle Azzorre – Yoann Bonato, Umberto Scandola e Nil Solans – hanno tutti ciò che serve per brillare su sterrato.

Ricardo Moura, il 10 volte campione delle Azzorre e vincitore del 2016, rimane una grande minaccia. 

Erik Cais punterà a colpire dopo la sua uscita di scena finale a Zlín, quando una prima vittoria ERC era nel suo mirino, mentre Dani Sordo aggiunge al mix il pedigree di vincitore del Campionato del mondo di rally.

Il pilota dell’ERC3 Junior Pedro Antunes sarà uno da tenere d’occhio nel suo primo evento ERC in una vettura Rally2, mentre Rachele Somaschini si unisce a Cais, Llarena e Marczyk a caccia di incentivi ERC-MICHELIN Talent Factory. 

 Come Somaschini, il nuovo messicano dell’ERC Benito Guerra fa il suo debutto alle Azzorre.

Dopo eventi consecutivi su sterrato in Polonia e Lettonia, l’ERC è passato all’asfalto per il terzo e quarto round, il Rally di Roma Capitale e il Barum Czech Rally Zlín. 

Ma si torna alle strade sterrate con il 55° Rally delle Azzorre, che offre un altro test intenso per le stelle dell’ERC e le loro auto della categoria rally FIA.

Il Rally delle Azzorre fa parte del roster dell’ERC da quando Eurosport Events è stato nominato promotore dalla FIA nel 2013, a parte la cancellazione forzata di COVID del 2020. 

Oltre ai 21 equipaggi che inseguono il successo con le auto Rally2, la divisione ERC2 è un affare tutto-Rally2 Kit, mentre ERC3 sarà una battaglia tra le auto Rally4 di Peugeot e Renault. 

Il pilota polacco Igor Widłak porta per la prima volta alle Azzorre una Ford Fiesta specifica per il Rally3 della M-Sport Poland.

Mentre l’obiettivo dell’ERC rimane quello di fornire un chiaro percorso di progressione per i piloti che puntano al top dello sport, continua ad essere aperto a tutti i partecipanti con una vasta gamma di età ed esperienza.

Amministrato dalla FIA e promosso da Eurosport Events, l’ERC è la serie consolidata per il FIA World Rally Championship ed è supportato da un pacchetto di trasmissione globale, che comprende un’ampia copertura sulle varie piattaforme Eurosport. 

 Quattro tappe di ogni evento sono mostrate in diretta su Facebook e YouTube, mentre ERC Radio è in onda da tutti gli eventi.

ERC event preview: 55th Azores Rallye

September 10 2021

Part two of the all-action 2021 FIA European Rally Championship is go from September 16-18 as the ever-spectacular Azores Rallye returns with a talent-packed entry and a vastly altered route.

ESSENTIALS

What: 2021 FIA European Rally Championship round 5 of 8*

When: September 16-18, 2021

Where: Ponta Delgada, São Miguel

Stages: 13

Stage distance: 201.74 kilometres

Liaison distance: 443.40 kilometres

Total distance: 645.14 kilometres

Surface: Gravel

ERC appearances (since 2004 restructuring): 7 (2013-2019)

*Also counting for: FIA ERC2, FIA ERC3, FIA European Rally Championship for Teams. ERC-MICHELIN Talent Factory incentives available

Recent winners:

2019: Łukasz Habaj/Daniel Dymurski (Škoda Fabia R5)

2018: Alexey Lukyanuk/Alexey Arnautov (Ford Fiesta R5)

2017: Bruno Magalhães/Hugo Magalhães (Škoda Fabia R5)

2016: Ricardo Moura/António Costa (Ford Fiesta R5)

2015: Craig Breen/Scott Martin (Peugeot 208 T16)

The rally in 100 words:

Based on the mid-Atlantic Ocean archipelago’s largest island of São Miguel, the rally turns 55 in 2021 and remains one of the most spectacular events on the international calendar.

Stages criss-cross breath-taking scenery and lush countryside and are characterised by their sandy surface and narrow and undulating nature. 

And because the timed tests are often no wider than the width of a car, there is simply no margin for error, particularly on the Sete Cidades test along the rim of a volcanic crater lake. 

Changeable weather is also a factor with conditions switching from sunshine to showers and fog patches.

The main changes for 2021:

Postponed from 2020, the 55th Azores Rallye essentially runs to an all-new format with the traditional forestry stages on the east of São Miguel now running on the opening leg rather than the closing leg. 

It means the westerly stages now take place on the final day with the Sete Cidades volcano stage deciding the outcome of the ERC gravel spectacular. 

The rally also conforms to the FIA’s requirement to contain events within a four-day window.

 As a result, the traditional Thursday afternoon stages disappear with all the stage action contained over two days. 

COVID-19 restrictions mean the City Show on Ponta Delgada’s seafront won’t run this year.

The route in short:

Thursday September 16: Following the completion of reconnaissance on Thursday morning, the focus quickly switches to Free Practice from 13h00 local time (CET -2) and then the Qualifying Stage from 15h18 when the ERC priority drivers will be in action on the 3.12-kilometre Lagoa run east of Ponta Delgada.

Friday September 17: The morning loop takes crews to the far east of São Miguel for the jungle-like Tronqueira stage via the rally’s longest test, Graminhais, which measures 24.03 kilometres in length. 

There’s a single visit to Lagoa de São Brás on the journey back to mid-leg service in Ponta Delgada. 

Then it’s returns to Graminhais and Tronqueira in the afternoon with the Grupo Marques two-by-two superspecial north of Ponta Delgada rounding out day one, which covers 111.90 competitive kilometres.

Saturday September 18: Saturday’s deciding leg runs over a timed distance of 89.84 kilometres and begins with a trip north from Ponta Delgada to Coroa da Mata followed by a journey west to Feteiras ahead of the first charge through the iconic Sete Cidades volcano stage. 

There’s a return to the Grupo Marques superspecial prior to service in the capital, Ponta Delgada. 

Coroa da Mata and Feteiras are repeated in the afternoon with the rerun of Sete Cidades deciding the outcome of the 55th Azores Rallye from 15h53 local time live on Facebook and YouTube.

OVERVIEW

Part two of the all-action 2021 FIA European Rally Championship is go from September 16-18 as the ever-spectacular Azores Rallye returns with a talent-packed entry and a vastly altered route.

After four ERC rounds, Andreas Mikkelsen holds top spot in the race to win the coveted FIA title having capitalised on Alexey Lukyanuk’s non-start on Barum Czech Rally Zlín following a crash in testing.  

Norwegian Mikkelsen’s runner-up placing in Zlín means he’s 30 points ahead of his Russian rival with both drivers aiming to add a second Azores Rallye victory to their impressive CVs.

But it’s not only Lukyunak that Mikkelsen will be aiming to beat. 

Miko Marczyk, Efrén Llarena and Norbert Herczig have been scoring strong points consistently this season, while a trio of Azores rookies – Yoann Bonato, Umberto Scandola and Nil Solans – all have what it takes to shine on gravel.

Ricardo Moura, the 10-time Azorean champion and 2016 Azores winner, remains a huge threat. 

Erik Cais will be aiming to hit back from his final-stage exit in Zlín when a first ERC victory was in his sights, while Dani Sordo adds World Rally Championship event-winning pedigree to the mix.

ERC3 Junior graduate Pedro Antunes will also be one to watch on his first ERC event in a Rally2 car, while Rachele Somaschini joins Cais, Llarena and Marczyk in chasing ERC-MICHELIN Talent Factory incentives. 

Like Somaschini, Mexican ERC newcomer Benito Guerra makes his Azores debut.

After consecutive events on gravel in Poland and Latvia, the ERC switched to Tarmac for rounds three and four, Rally di Roma Capitale and Barum Czech Rally Zlín. 

But it’s back to mainly gravel roads when the 55th Azores Rallye provides another intense test for the ERC stars and their FIA rally category cars.

The Azores Rallye has been part of the ERC roster since Eurosport Events was appointed promoter by the FIA in 2013, its COVID-enforced cancellation of 2020 aside. 

As well as the 21 crews chasing success in Rally2 cars, the ERC2 division is an all-Rally2 Kit affair, while ERC3 will be a battle between Rally4 cars from Peugeot and Renault. 

Polish driver Igor Widłak brings a Rally3-specificaiton Ford Fiesta from M-Sport Poland to the Azores for the first time.

While the ERC’s focus remains on providing a clear path of progression for drivers aiming for the top of the sport, it continues to be open to all-comers with a vast array of driver age and experience.

Administered by the FIA and promoted by Eurosport Events, the ERC is the established step-up series to the FIA World Rally Championship and is backed up by a global broadcast package, which includes extensive coverage on the various Eurosport platforms. 

Four stages on each event are shown live on Facebook and YouTube, while ERC Radio is on-air from all events.


GUSTATI UNA PILLOLA DEGLI HIGHLIGHTS DI TGR WRT Acropolis Rally Greece 2021 – Highlights Day 1

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *