AL 1° RALLY CITTA’ DI SCANDICCI-COLLI FIORENTINI GRANDE QUALITA’ DI “NOMI” E DI VETTURE

AL 1° RALLY CITTA’ DI SCANDICCI-COLLI FIORENTINI GRANDE QUALITA’ DI “NOMI” E DI VETTURE

Scandicci (Firenze), 01 novembre 2023
Questo fine settimana finalmente motori accesi e via alle sfide al 1° Rally Città di Scandicci-Colli Fiorentini, in programma per questo fine settimana.
Proposta da Reggello Motorsport, la competizione ha segnalato un notevole interesse da parte del tessuto sportivo regionale e nazionale, tanto da far iscrivere alcuni “nomi” di spessore, anche di blasone tricolore.
Un fermento che appunto si è tradotto con un elenco iscritti qualificato, 55 gli iscritti, che di certo produrranno uno spettacolo unico, mosso da interessanti motivi tecnico-sportivi.
Il Rally di Scandicci-Colli Fiorentini, che gode del sostegno di ACI Firenze, è una grande novità sportiva ma lo sarà pure per il territorio.
Due elementi che caratterizzano il forte coinvolgimento, un vero e proprio sostegno da parte del Comune di Scandicci che, insieme agli Enti patrocinatori, hanno a cuore la valorizzazione del territorio dei colli fiorentini, avendo individuato grandi potenzialità con il motorsport, capace di aggregare tante persone.
Ciò al fine di restituire una significativa ricaduta sia di immagine che economica per il comparto turistico-ricettivo dei luoghi in un periodo evidentemente destagionalizzato.
L’unione con il territorio è significata anche dalla fattiva collaborazione con le diverse Associazioni di volontariato, che avranno modo di far vedere anche il proprio messaggio ed il proprio operato ad un ampio respiro di persone, quelle del rally: sono la Fondazione Nuovi Giorni, la Fondazione Polis – AMMeC (Associazione Malattie Metaboliche Congenite ODV) e l’Avis.
Sicuramente se ne aggiungeranno altre, con lo sport che può fare da vera e propria cassa di risonanza.

I MOTIVI SPORTIVI: TOMMASO CIUFFI FAVORITO, ATTENZIONE AL RIENTRANTE BIZZARRI
Numero uno sulle fiancate per un “numero uno” di pilota.
Si parla di Tommaso Ciuffi, 29enne fiorentino, “figlio d’arte”, già Campione Italiano “due ruote motrici” (2019), attualmente impegnato nel tricolore terra dove è terzo nella classifica assoluta ad una gara dal termine.
Si tratta di uno dei giovani italiani più in vista, che certamente nella gara per lui “di casa”, che correrà con una Skoda Fabia R5 cercherà, insieme al copilota Pietro Cigni, di firmare per primo l’albo d’oro della competizione.
Rientra dopo due anni dalla sua ultima gara e comunque con diverse stagioni quasi inattivo, il pistoiese Stefano Bizzarri, uno dei grandi piloti anni ottanta e novanta che per l’occasione debutterà con macchina, gomme e copilota nuovi.
Nello specifico il driver di Maresca avrà tra le mani il volante della Citroen C3 Rally2 gommata MRF ed affiancato dall’elbana Luisa Lanera.
Sicuramente Bizzarri vorrà lasciare il segno su strade che già lo videro protagonista alla fine anni ’80 con il Rally dell’Impruneta.
Scandicci sarà gara “di casa” anche per Nicola Fiore, in coppia con Bugelli (Skoda) e per Marco Cavalieri, assecondato da Bazzani (Hyundai i20). Il primo quest’anno ha già trovato diverse soddisfazioni da top ten e l’altro cercherà il riscatto dalla delusione di giugno scorso a Reggello, quando dovette fermarsi per un guasto.
In cerca di un posto al sole nell’assoluta anche il livornese Dawid Albert Tanozzi, in coppia con Irene Bubola, sempre su Skoda e certamente attenzione anche a Andrea Mazzocchi, in coppia con Giulia Bico su una Skoda, di sicuro pronto a mettersi in bene gioco.
Occhi puntati poi sul neo Campione Italiano “due ruote motrici” Gianandrea Pisani, che insieme a Simone Brachi debutterà con una Renault Clio Rally4, pronto a mettersi sotto e a mettere pepe alla sfida di vertice.
Da seguire anche il debutto a trazione integrale di un altro giovane di belle speranze, il 22enne trevigiano Mattia Zanin, che insieme a Pizzol salirà per la prima volta sulla GR Yaris versione “trofeo”.
Zanin, che quest’anno, alla sua prima esperienza, ha chiuso al sesto posto il Campionato Europeo due ruote motrici sarà in ottima compagnia con la vettura giapponese, che in gara sarà utilizzata da un altro giovane interessante, il ligure Jean Claude Vallino (con il fiorentino Sanesi alle note), oltre che da Fei-Pistolesi.
Tra le due ruote motrici si aspettano prestazioni di spessore dall’aretino Luigi Caneschi (Peugeot 208), dall’altro fiorentino Lorenzo Ancillotti (Peugeot 208) ed anche dal maremmano Alessio Santini, in una inedita versione “due ruote motrici”, anche lui con una Peugeot 208, peraltro affiancato da Susanna Mazzetti, neo campionessa “femminile” in Coppa Italia ma come driver. In chiave fiorentina, anche Marco Nuti e Leo Santoni certamente vorranno dire la loro entrambi con l’intramontabile Renault Clio Williams.
Ci si immagina poi tanto agonismo dalle ben otto Fiat Seicento Abarth, con il veloce pratese di Montemurlo Emanuele Corti, tra gli “indiziati” per salire in alto in classifica.

IL PERCORSO: I CARATTERI DELL’INDIMENTICATO “IMPRUNETA”
Dopo 31 anni dall’ultima edizione del rally dell’Impruneta su asfalto, era il 1992, le auto da corsa torneranno sulle colline di Scandicci.
Il tracciato ricalcherà a grandi linee quello “storico” ma aggiornato al . . . terzo millennio.
Le prove speciali saranno quattro diverse tra loro da ripetersi più volte.
I concorrenti si troveranno ad affrontare un percorso in ampia parte inedito ma che rispolvera anche la tradizione.
E’ la tradizione del Rally Impruneta, che negli anni ottanta e inizio novanta era una delle gare simbolo in Toscana e non solo.
Le sfide saranno distribuite su due giorni.
Il percorso, punteggiato da 10 Prove Speciali, nel dettaglio due per tre volte, due per due volte avrà un totale di 61,420 chilometri di distanza competitiva sui 289,960 del percorso complessivo.
Una, quella storica, il sabato pomeriggio con due passaggi, la “Anastasia” (Km 4,710), un nome che farà riaffiorare ricordi vibranti.
Questa è la prova, infatti, che tutti, piloti e appassionati, ricordano di più, è quella “dello chalet”.
Si parte la mattina con un’altra prova storica, la “Roveta” (Km. 4,880), che si snoda tra le meravigliose vigne del chianti “Colli Fiorentini”.
La seconda prova della domenica fa parte sempre di quelle storiche del rally dell’Impruneta, meno ricordata perché percorsa solo per poche edizioni.
Questa prova, la “Pulica” (Km. 7,460), è a cavallo tra i comuni di Montelupo Fiorentino e Montespertoli con un primo pezzo in salita, sempre tra le meravigliose vigne dei Colli Fiorentini per poi passare su un tracciato in mezzo al bosco più veloce ma molto guidato.
La terza fatica cronometrata della domenica è la vera novità del rally di Scandicci, si chiama “Botinaccio” (Km. 7,480), anch’essa immersa nel meraviglioso paesaggio dei Colli Fiorentini.
Una prova abbastanza veloce, con saliscendi importanti ed un cambio di pendenza improvviso da mozzafiato, nei territori dei comuni di Montelupo Fiorentino e Montespertoli.

IL PROGRAMMA
CONSEGNA ROAD BOOK
SCANDICCI – Via S. Bartolo in Tuto 15 c/o tabaccheria “Gioca Gioca”
Domenica 29 Ottobre 2023 dalle ore 10:00 alle ore 14:00
SCANDICCI – Direzione Gara c/o concessionaria CO.BRA.MA
Venerdì 03 Novembre 2023 dalle ore 14:00 alle ore 17:00
RICOGNIZIONI AUTORIZZATE (tutte le prove speciali)
Domenica 29 ottobre 2023 dalle ore 12:00 alle ore 20:00
Venerdì 03 novembre 2023 dalle ore 16:00 alle ore 20:00
VERIFICHE SPORTIVE c/o Direzione Gara
Sabato 04 Novembre 2023 dalle ore 08:00 alle ore 12:00
VERIFICHE TECNICHE
Sabato 04 novembre 2023 dalle ore 08:30 alle ore 12:30
SCANDICCI – Via del Parlamento Europeo c/o Service
SHAKEDOWN
Sabato 04 novembre 2023
SCANDICCI – Via dell’Arrigo (1° tratto della PS 1-2)
dalle ore 09:30 alle ore 13:30
PARTENZA PRIMO CONCORRENTE
Sabato 04 Novembre 2023 ore 15:30
SCANDICCI – Via Pantin
ARRIVO GARA E PREMIAZIONI
SCANDICCI – Via Pantin
Domenica 05 Novembre 2023 ore 18:01

Logistica assai agevole, per gli addetti ai lavori, con il Parco di Assistenza previsto nella zona industriale di Scandicci, a breve distanza dal casello della autostrada A1 “Firenze-Scandicci” mentre i riordinamenti sono previsti alla Co.Bra.Ma. concessionaria Audi e VolksWagen in Scandicci.

NELLA FOTO: CIUFFI-CIGNI (FOTO BETTIOL)
UFFICIO STAMPA – Alessandro Bugelli

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »