MOVISPORT DI NUOVO AL MONDIALE: GRYAZIN CON LA FABIA IN CERCA DI PUNTI AL RALLY CENTRO EUROPA

MOVISPORT DI NUOVO AL MONDIALE: GRYAZIN CON LA FABIA IN CERCA DI PUNTI AL RALLY CENTRO EUROPA

Reggio Emilia, 25 ottobre 2023
I veloci e impegnativi asfalti del Central European Rally, dodicesima e penultima prova del campionato del mondo Rally ospiteranno questo fine settimana, oltre alle vicende per l’assoluta piloti, la lotta al titolo di WRC2, nella quale Movisport sarà attore principale.
La compagine reggiana correrà al fianco, come consuetudine, di Nikolay Gryazin e Konstantin Aleksandrov, con la Skoda Fabia RS Rally2 di Tok Sport, i quali dopo la gara in Cile ai primi del mese dal nono posto sono balzati in avanti al settimo nella classifica generale provvisoria con 65 punti, mentre nella classifica “Challenge” si trovano adesso sopra il podio provvisoria, al terzo posto, avendo avanzato quindi di una posizione, con 86 punti.
Strategia di attacco, dunque, per rimanere sopra l’attico della classifica in un finale stagionale incandescente.
Luci puntate poi alla finale unica nazionale della Coppa Italia al Rally del Lazio-Cassino, in provincia di Frosinone.
Al via saranno in tre, tutti capaci di aggiungere nuove vittorie: Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba, con la Skoda Fabia Evo, vincitori in sesta zona, proveranno ad inserirsi nel confronto ai vertici, così come Giacomo Scattolon – Sauro Farnocchia e la loro Volkswagen Polo che li ha accompagnati durante tutto il tricolore rally e in questo caso arrivano alla finale come qualificati in zona 9, quella della Sardegna, in terza posizione con due sole gare valide.
Poi, Alex Ferrari e Stefano Costi (Peugeot 208 Rally4) si presenteranno al via per il gran finale dell’R-Italian Trophy.
Torna poi Gabriele Torelli, uno dei grandi “nomi” della Renault Clio Cup Europe, che stavolta sarà in gara a Imola, con l’intento di proseguire una stagione stellare.

MARCHE DA TOP TEN
Due vetture nella top ten, al 16. Rally delle Marche, penultima prova del Campionato Italiano si terra.
Al via a Cingoli (Macerata) erano in tre, “capitanati” da Alberto Battistolli, che in questa gara lo scorso anno si alzò sul gradino più alto del podio quest’anno non ha avuto fortuna, con il ritiro per uscita di strada nel finale.
Il vicentino, con una Skoda Fabia Rally2 ed affiancato da Simone Scattolin aveva perso già molto terreno capottando in avvio di gara, ma era riuscito a proseguire, peraltro anche firmando riscontri cronometrici di valore assoluto.
Entrambi con una Skoda Fabia Evo, Emanuele Dati e Manuel Fenoli (che ha dovuto sostituire all’ultimo Giacomo Ciucci sul sedile di destra a causa di un problema fisico del copilota lucchese) hanno dato una decisa inversione di tendenza ad una stagione per il driver versiliese avara di soddisfazioni, chiudendo al sesto posto.
Ottima anche la prestazione globale e il rientrante Luigi Ricci, con Alessandro Biordi, che sugli sterrati marchigiani hanno sempre saputo ispirarsi.
Ne ha dato conferma firmando la settima posizione assoluta, pregevole, considerando la ridotta attività del driver bresciano.
Presenza anche al partecipatissimo Rally del Sebino, a Lovere, in provincia di Bergamo: Matteo Lusoli e Fabrizio Carbognani, con la fedele Renault Clio Williams gr. A hanno salito con ampio merito il podio di classe con la terza piazza, frutto di una notevole progressione partita dalla sesta posizione iniziale.

Nella foto: Dati in azione (FOTO M. LEONELLI)
UFFICIO STAMPA – Alessandro Bugelli

Ti potrebbero interessare anche

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »